Il paradiso delle signore a rischio?

Il Paradiso delle signore, nuova stagione a rischio? I lavoratori rifiutano l’accordo con la Rai

Ci sarà la terza stagione della fortunata fiction di Rai Uno Il paradiso delle signore? Dopo le ultime notizie sul mancato accordo tra Rai e sindacati dei lavoratori sembra proprio che sarà a rischio perchè verrebbe a mancare la location di Torino dove la serie veniva girata e stando a quanto trapelato resta difficile trovare un nuovo set nelle prossime settimane. Ma cosa è accaduto esattamente?

La serie Il paradiso delle signore rischia di non proseguire ma se dovesse continuare non si girerà più a Torino. Questo è quanto emerge dalla fallita assemblea dei lavoratori della Rai che ha votato contro la bozza dell’accordo raggiunto giorni prima tra sindacati e azienda. La proposta della Rai sembrava davvero ottima ma i lavoratori avrebbero rifiutato perchè chiedevano che venga rispettato il contratto nazionale.

La Rai aveva offerto 25 euro al giorno aggiuntive allo stipendio mensile fisso già regolarmente retribuito con inoltre una somma di 800 euro una tantum, in cambio chiedeva 9 ore di lavoro al giorno per 5 giorni a settimana con la possibilità, qualora necessaria, anche del sabato. L’azienda televisiva si è detta sorpresa e sconcertata per come è andata a finire.

Dal canto loro i sindacati hanno dichiarato:

Abbiamo voluto ribadire — spiega Pietro Gabriele (Cgil)che i lavoratori della Rai di Torino confermano ancora una volta la loro voglia di lavorare, però chiedono l’applicazione del contratto nazionale. È stata una scelta difficile e coraggiosa, ma alla fine la maggioranza ha scelto di tutelare la dignità del proprio lavoro. Il timore è che la produzione venga esternalizzata. Abbiamo già incassato la solidarietà dalle altre sedi — garantisce il sindacalista — e nessuno è disponibile a prendersi la fiction. Non a questi ritmi e per questa durata.

In altri ambiti e contesti una proposta economica di questo tipo, visti i tempi che corrono, sarebbe stata accettata senza ripensamenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.