Don Matteo, una fiction non scalfita dai cambiamenti (e gli ascolti lo confermano)

Don Matteo 11 è giunto alla sua terza puntata ed è ancora una delle serie tv italiane più amate di sempre. Incominciamo dalle conferme: Terence Hill e Nino Frassica. Alla 11ma stagione sono ancora loro le stelle sulla quale ruotano i pianeti ed i loro satelliti. E direi meritatamente.

Don Matteo 11, l’arrivo del Capitano donna la vera novità

Uno di questi pianeti è di sicuro l’arrivo di una quota rosa, l’arrivo del Capitano Anna Olivieri (e quindi l’uscita di scena del Capitano Tommasi). Diffidenze a parte, anche Don Matteo si aggiorna e discute di un argomento delicato quale l’inutile differenza di genere che affligge la società. Il personaggio femminile, interpretato senza infamia né lode dalla giovane Maria Chiara Giannetta, si scontrerà con l’amore che prova per il suo fidanzato avvocato Giovanni (Cristiano Caccamo) e la diffidenza in un posto di lavoro prettamente maschile. Questa la porterà ad approfondire la conoscenza col PM Marco Nardi interpretato da Maurizio Lastrico. Che nasca un amore? É ancora presto per dirlo.

Terence Hill, Maria Chiara Giannetta e Nino Frassica

Ma c’è anche amore in salsa adolescenziale con Don Matteo indaffarato con l’educazione della giovane Sofia (Mariasole Pollio) che farà la conoscenza del tenebroso Seba (Federico Russo).

Il resto rimane abbastanza invariato: parte dell’indagine spartita tra polizia ed il prete, spazio comico del commissario Cecchini e vita della canonica uguale dal 2000 (Natalina e Pippo).

Don Matteo 11, cambia la sigla

Da notare il cambio della sigla che ha fatto letteralmente impazzire il web specialmente su Twitter con il grido “Ridateci la vecchia sigla”. La nuova è affidata alla voce (gran bella voce) di Nicole Cross ed il pezzo si intitola “Il tempo dirà – Believing Again”. Andrò controcorrente ma l’idea è fresca e vincente anche se troppo dinamica per una serie tv che non brilla di certo per il suo dinamismo. Si direbbe un azzardo.

Don matteo 11, gli ascolti continuano a premiare

Quindi meccanismo che vince non si cambia, visto che gli italiani premiano la fiction in maniera inequivocabile, ascolti della season premiere sopra i 7,6 mln ed uno share del 31,6%. Da rilevare l’audience di età inferiore ai 25 anni come ribadisce la stessa direttrice di Rai Fiction Claudia Andreatta: lo share nella fascia 4-24 anni raggiunge il 27%, col pubblico femminile 8-14 anni (30,5% di share) e 15-24 anni (32,5% di share) e con quello maschile 15-24 anni (share 30%). Senza ovviamente dimenticare la forza della fiction tra i laureati (28,1% di share).

Ed arrivati alla 11ma stagione ciò rappresenta più che un successo, di questi tempi tali numeri rappresentano un vero e proprio “miracolo”!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.