il commissario montalbano una voce di notte

Il Commissario Montalbano, anticipazioni: "Una voce di notte", replica dell'8 Novembre | Riassunto e Video streaming

“Una voce di notte”, in replica su RaiUno la terza puntata della nona stagione de Il Commissario Montalbano, con Luca Zingaretti: il riassunto e il video per rivederla.

il commissario montalbano una voce di notte
Luca Zingaretti è Salvo Montalbano

IL COMMISSARIO MONTALBANO, VIDEO STREAMING PUNTATA DELL’8 NOVEMBRE. Ieri sera, mercoledì 8 Novembre, è andata in onda su RaiUnoUna voce di notte“, terza puntata della nona de “Il Commissario Montalbano“, riproposta in replica.

Qui di seguito il video streaming Rai che vi permetterà di vedere o rivedere la puntata. A seguire, invece, trovate il riassunto.

Vi ricordo che il prossimo appuntamento con “Il Commissario Montalbano” è previsto per mercoledì prossimo, 15 Novembre, sempre in prima serata su RaiUno.

Il Commissario Montalbano – Streaming Rai “Una voce di notte”

IL COMMISSARIO MONTALBANO, RIASSUNTO PUNTATA DELL’8 NOVEMBRE. Gli anni passano per tutti. Anche per il commissario Montalbano (Luza Zingaretti).

Il giorno del suo compleanno, Montalbano arresta un pirata della strada e lo fa sbattere in cella. Quando scopre che si tratta di Giovanni Strangio (Andrea Croci), il figlio scapestrato del presidente della Provincia di Montelusa, Montalbano capisce di essersi infilato in un bel problema.

Quello stesso giorno, un certo Guido Nicotra (Saro Minardi) denuncia un furto avvenuto nel supermercato di cui è direttore.




Anche in questo caso, Montalbano si rende conto che la faccenda non sarà di semplice soluzione, perché il supermercato in cui è avvenuto il furto è notoriamente sotto controllo della famiglia mafiosa dei Cuffaro. Il presidente del consiglio d’amministrazione, d’altra parte, è l’onorevole Mongibello (Sebastiano D’Angelo), avvocato di fiducia della famiglia.

Le cose si complicano ancora di più quando il direttore Nicotra si suicida, impiccandosi nel suo ufficio. Per l’opinione pubblica, e per l’onorevole Mongibello, che minaccia un’interpellanza parlamentare sulla vicenda, la responsabilità di questa morte è da attribuire a Montalbano e ad Augello (Cesare Bocci), che hanno interrogato in modo molto rude Nicotra accusandolo nemmeno larvatamente di essere complice dei ladri.

Montalbano scopre molto presto che Nicotra non si è suicidato, ma è stato ucciso. Solo che non può seguire questa pista perché stavolta nemmeno il dottor Pasquano (Marcello Perracchio) se la sente di diffondere i risultati dei suoi esami, che confermerebbero l’ipotesi dell’omicidio. La mafia fa paura, soprattutto quando si allea con la politica.

Montalbano si ritrova a dover cercare di incastrare gli assassini di Nicotra con metodi molto poco ortodossi. E alla stessa maniera deve muoversi per trovare l’assassino di Mariangela Carlesimo, la fidanzata di Giovanni Strangio, una bellissima ragazza di vent’anni trovata accoltellata in casa del giovane figlio del presidente della Provincia.



Anche in questo caso, il commissario incontra resistenze e ostacoli che lo allontanano sempre più dalla verità.

Per risolvere questi due casi, Montalbano fa qualcosa che non ha mai fatto, fino ad ora. Perché quello che conta, alla fine, è rimettere in ordine il mondo. Almeno fino al prossimo omicidio…

IL COMMISSARIO MONTALBANO, ANTICIPAZIONI PUNTATA DELL’8 NOVEMBRE. Tornano in replica le puntate de “Il Commissario Montalbano“, la serie televisiva che vede protagonista il commissario più amato dal pubblico nato dalla penna dello scrittore Andrea Camilleri.

Questa sera verrà riproposto il terzo episodio della nona stagione, intitolato “Una voce di notte“. Ecco le anticipazioni.

Nel giorno del suo compleanno, il commissario si trova alle prese con un combattivo pirata della strada, Giovanni Strangio, che si rivelerà essere lo scapestrato figlio del Presidente della Provincia di Montelusa, Michele Strangio.




Montalbano capisce di trovarsi dinanzi a serie rogne, soprattutto quando lo stesso Strangio si reca dal commissario per denunciare la scoperta del cadavere della fidanzata, Mariangela Carlesimo.

Contemporaneamente, in uno dei più grandi supermercati di Vigata, viene scoperto un furto, che, però, mostra strane incongruenze.

Montalbano, sottovalutando il caso, lo affida al suo vice, Mimì Augello, ma questo magazzino è, come noto a tutti i popolani, riconducibile alla famiglia Cuffaro, e nel consiglio di Amministrazione dello stesso, oltre svariate figure di comodo, svetta l’onorevole Mongibello.

Il dirigente del supermercato, un certo Guido Nicotra, viene trovato impiccato all’indomani della denuncia.

Montalbano comincia a subire pressioni dall’alto e si troverà costretto a forzare un po’ la mano per risolvere questi due casi…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.