netflix-abbonamento-aumenti

Netflix, aumentano i costi degli abbonamenti

Dopo due anni dallo sbarco da noi ecco che scatta l’aumento.

netflix-abbonamento-aumenti

E cosi anche Netflix aumenta i costi dei suoi abbonamenti anche se a quanto pare è un aumento non solo italiano, tranne il piano di base che continuerà a rimanere al costo di 7,99 euro, gli altri due piani costeranno due euro in più (che non sono pochi) quindi passeranno dagli attuali 9,99 euro per il piano Standard che permette di vedere i contenuti su due dispositivi contemporaneamente a 10,99 euro mentre il piano Premium, che consente di vedere fino a quattro schermi in contemporanea, passerà dagli attuali 11,99 euro a 13,99 euro.

Netflix giustifica questi aumenti di prezzo con l’aggiunta di contenuti esclusivi come serie tv e film e un catalogo sempre maggiore (negli ultimi 2 anni, specifica l’azienda, il numero di titoli disponibili in Italia è aumentato del 207%) e con l’introduzione di nuove funzionalità che permettono agli utenti di trovare i propri contenuti più facilmente.



Il piano di aumenti però è scattato a livello globale ma pare che per il momento, la notizia abbia fatto volare il titolo in Borsa che ha fatto salire i titoli di Netflix fino al 5,4%, con un dato finale di 194,39 dollari, sul listino del Nasdaq.

L’aumento, per ora, ha colpito solo gli abbonati americani: un ritocco che va a modificare i piani Standard e Premium, con il rincaro di 1 dollaro al mese (da 9,99 a 10,99) per gli utenti standard e di 2 dollari per i premium (da 11,99 a 13,99 dollari). Invariate, per ora, le tariffe base di 7,99 dollari al mese.

Contemporaneamente all’Italia anche altri paesi europei come Olanda, Francia, Germania e Gran Bretagna stanno ricevendo comunicazioni riguardanti la modifica dei prezzi Netflix.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.