Silvia Salemi, cantante conduttrice e giudice in "Tra sogno e realtà": la nostra intervista

Silvia Salemi, cantante conduttrice e giudice in "Tra sogno e realtà": la nostra intervista

Quattro chiacchiere con la simpaticissima e bravissima cantante nata anche lei al Festival di Sanremo.

Silvia Salemi intervista
Silvia Salemi

Silvia Salemi conosciuta dapprima come cantante al Festival di Sanremo dapprima nella sezione Emergenti, quindi la grande popolarità e il premio della critica per ilv brano A casa di Luca. La Salemi negli anni si è data con un certo successo anche alla conduzione di programmi televisivi come Viaggi nel luogo del sacro su Rai tre ma anche in radio al timone del programma Mezzanotte su Radio 2. Tra poco sarà giudice nel talent su La5 Tra sogno e realtà e proprio a proposito di questo impegno ma anche di progetti futuri ecco cosa ci ha raccontato.

Silvia Salemi da cantante a giudice in un talent show: che giudice vedremo in tv?

Credo di aver messo molto dalla mia esperienza di “giudicata “, avendo fatto come tutti, gavetta, concorsi canori e serate dove comunque hai sia i giudici sia il giudizio del pubblico. Questi ragazzi sono arrivati molto entusiasti e impegnati e sono stati una rivelazione. Credo si meritassero un giudice attento ed equilibrato cosa che ho sperato di riuscire ad essere e anche in grado di capire il loro patema avendolo vissuto sulla propria pelle …. devo dire che nonostante il mio essere così “nel ruolo” sono riuscita anche a divertirmi e a godere di uno spettacolo di talenti veri. Spero di aver fatto un lavoro giusto.

Dalla canzone qualche anno fa sei passata alla conduzione in televisione: com’è avvenuto questo passaggio e come ti sei trovata?

Il passaggio è avvenuto molto gradualmente e volutamente. Negli anni in cui mi sono tenuta lontana dalle scene per così dire, per dedicarmi alle mie ragazze, ho fatto altre esperienze e ho capito che non volevo solo essere una cantautrice ma anche altro. Un po’ un modo di pensare all’americana questo, dove le cantanti a volte conducono altre fanno impresa, o si dedicano appassionatamente a cause sociali anche apparentemente distanti dalla musica… Io per esempio ho messo molto di me stessa in ambito sociale. Ecco nasce tutto da li, trasformazione graduale. Oggi sono molto contenta della scelta e credo di aver fatto la mutazione di cui avevo bisogno ma senza tradire il mio amore per la musica.

[adsense]

Nel 2005, sei stata anche conduttrice radiofonica in “Mezzanotte di Radio 2”: che esperienza è stata quella della radio?

Ero in attesa della mia prima figlia e ho giocato il ruolo della conduttrice con grande gioia e rispetto per chi lo fa sempre. Ero proiettata verso la maternità ma felice di restare in contatto con il mondo esterno e in un ruolo differente dal solito. Venivo da un Sanremo andato bene e avevo voglia di famiglia e la radio non intralciava i miei progetti così belli ed importanti come diventare mamma ad esempio.

Ci racconti un pò della tua esperienza a Music Farm oggi col senno di poi?

All’epoca ero in una condizione personale molto delicata perché avevo lasciato fuori dal reality tutto un mondo che aspettava solo me come la promozione del disco, la tournée e il mio imminente matrimonio quindi ho vissuto quei giorni con poca concentrazione in verità. E grande ansia… e poi era la prima edizione e forse non era chiaro neanche a noi che dinamiche si sarebbero create. Comunque con il senno di oggi me la sarei goduta davvero molto di più anche perché tutto sommato era divertente….una cosa diversa per i cantanti. Anche ben fatta.

Che idea di sei fatta dei giovani talenti visti per Tra sogno e realtà? Sia dal punto di vista umano che artistico?

I bambini e i ragazzi di “Tra sogno e realtà ” sono tutti preparati, chi più chi meno, e mi sono sembrati soprattutto a loro agio con il palco e la realtà televisiva non tanto per incoscienza forse, quanto perché sicuri di quello che amano fare e dell’amore che ci mettono. Poi è chiaro, ho visto emozione, paura dell’esibizione, della gara, del giudizio, come è normale che avvenga, ma il tutto in modo molto sano. Inoltre sono tutti belli da vedere e danno l’idea di avere la capacità di essere ancora ragazzi della propria età con un sogno nel cuore. Non in tutti i talent è così. A volte in TV si vedono bambini che sembrano già super navigati e questo fa paura…

Silvia Salemi intervista
Silvia Salemi

Sei impegnata in un talent show ma Silvia Salemi parteciperebbe mai ad un talent come concorrente?

Non lo so …mai dire mai…magari un talent di cucina così è la volta buona che ho il tempo di imparare bene…

Se non sbaglio manchi da un pò dalle scene come cantante: c’è un progetto un nuovo disco, magari un Sanremo da dove sei partita in fondo?

Sto stendendo i pezzi del nuovo album. Il 2017 sarà il ventennale da “A casa di Luca” come faccio a perdermi una cosa così bella…spero tra tutte le cose che ho in piedi di riuscire a pubblicarlo ad inizio della primavera.

Giuseppe Ino per Teleblog.




Giuseppe Ino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.