squadra antimafia 8 settima puntata

Squadra antimafia 8, anticipazioni: settima puntata del 21 Ottobre (riassunto e video streaming della puntata)



De Silva si allea con Ulisse Mazzeo; Giano copre Nigro e Patrizia, ma perde la fiducia di Anna; Rachele e Torrisi cedono alla passione e ricattano Giano. Ecco cosa è successo nella settima puntata della fiction “Squadra antimafia 8 – Il ritorno del boss”, con Giulio Berruti ed Ennio Fantastichini: il riassunto e il video per rivederla.

squadra antimafia 8 settima puntata
Daniela Marra, Davide Iacopini e Giulio Berruti

SQUADRA ANTIMAFIA 8 – IL RITORNO DEL BOSS, VIDEO STREAMING DELLA SETTIMA PUNTATA DEL 21 OTTOBRE. Ieri sera, venerdì 21 Ottobre, è andata in onda su Canale 5 la settima puntata della nuova serie di “Squadra antimafia – Il ritorno del boss“, ormai giunta alla sua ottava serie con una nuova Duomo che quest’anno vedrà a capo Anna Cantalupo e un pericoloso personaggio che torna dal passato.

Qui di seguito ecco il video streaming Mediaset che vi permetterà di vedere o rivedere la settima puntata. A seguire, invece, trovate il riassunto.

Vi ricordo che l’ottava puntata andrà regolarmente in onda venerdì 28 Ottobre, sempre in prima serata su Canale 5 (qui le anticipazioni).

Squadra antimafia – Il ritorno del boss: Streaming Mediaset della settima puntata

(Clicca sull’immagine per vedere la puntata)
(Clicca sull’immagine per vedere la puntata)

SQUADRA ANTIMAFIA 8 – IL RITORNO DEL BOSS, RIASSUNTO SETTIMA PUNTATA DEL 21 OTTOBRE. Ora che ha completato la sua vendetta ai danni dei Corda, Ulisse Mazzeo (Ennio Fantastichini) è diventato il numero uno della mafia catanese. Pertanto affida a due vecchi amici il compito di raccogliere le “briciole” tra le famiglie mafiose distrutte, per formare un grande clan destinato a regnare sulla Sicilia per molto tempo.

Al suo fianco vuole anche De Silva (Paolo Pierobon), al quale ha dichiarato di essere suo padre, e lo esorta a stare dalla sua parte. Ma questi fatica ad accettare la verità.

Alla Duomo, intanto, Anna (Daniela Marra) non si perdona di aver riposto fiducia in Giano (Davide Iacopini), che secondo lei è tornata a giocare sporco, benchè lui lo neghi decisamente.

[adsense]

In realtà Giano sta solo coprendo Nigro (Giulio Berruti) e la sua relazione con Patrizia (Caterina Shulha), la donna di Mazzeo. Nigro sa bene che se Ulisse lo venisse a sapere per Patrizia sarebbe la fine. E assicura all’amico che sistemerà le cose.

Ma Mazzeo inizia a nutrire dei sospetti nei confronti di Patrizia, benchè lei lo rassicuri dicendo di non aver rivelato nulla a Nigro sui suoi affari. Mazzeo la minaccia con un contello, ma a fermarlo è l’intervento di De Silva.

De Silva, rimasto solo con Patrizia, le consiglia chiaramente di non far arrabbiare Mazzeo, e allora ecco che la donna trova il modo di farsi “perdonare” dal boss.

Anna, intanto, si reca all’orfanotrofio in cui è cresciuto De Silva e qui scopre la verità sul legame tra lui e Mazzeo.

Nel frattempo Rachele (Francesca Valtorta) e Torrisi (Fabio Troiano) progettano un assalto a un portalavori. Grazie a Marco, un suo carissimo amico e collega che lavora sotto copertura, Giano lo scopre e così, insieme alla Duomo, si reca sul posto per fare irruzione. Rachele e Torrisi, però, riescono a scappare, mentre Marco perde la vita in seguito a un colpo sparato da Rachele prima della fuga.

Una volta appartati, tra Torrisi e Rachele scoppia la passione. Poi i due, dopo aver visto un servizio al telegiornale, meditano di volersi impossessare della droga che la polizia ha sequestrato ai Corda. E hanno già un piano.

[adsense]

La Bertinelli (Silvia D’Amico), intanto, si reca in ospedale per andare a trovare Tullio Mirabella, che si è salvato. Questi le da’ le indicazioni affinchè possa trovare una chiave nascosta nel giardino di Rosy Abate (Giulia Michelini), sotto un albero di limoni. La chiave apre un box.

Insieme a Sciuto (Dino Abbrescia) si reca al box, credendo che all’interno vi sia nascosto il tesoro di Rosy Abate. E invece vi trova tutti gli effetti personali che provengono dai ricordi di famiglia di Villa Abate. Tra questi è presente una fotografia in cui è presente anche la madre della stessa Bertinelli, ma lei la nasconde prima che possa vederla Sciuto.

De Silva, intanto, ha deciso di allearsi con il padre. Questi gli rivela che l’uranio esiste davvero, ma che lo ha trasferito altrove.

Settembrini, invece, logorato dai sensi di colpa, va a trovare la moglie di Marco. Lei, però, lo accusa di essere responsabile della morte del marito.

In quel momento irrompono Rachele e Torrisi, che hanno intenzione di ricattare Giano: se non li aiuterà, ucciderà la donna e sua figlia…

SQUADRA ANTIMAFIA 8 – IL RITORNO DEL BOSS, ANTICIPAZIONI SETTIMA PUNTATA DEL 21 OTTOBRE. Settimo appuntamento con la fiction di Canale 5Squadra antimafia – Il ritorno del boss“, giunta ormai alla sua ottava edizione, con una nuova squadra della Duomo quest’anno alle prese con un nuovo inquietante antagonista tornato dal passato.

La scorsa puntata si è conclusa con la Bertinelli che, grazie all’aiuto di Sciuto, riesce a risalire all’identità dell’uomo in compagnia di Roby Abate e Buonananno nella foto ritrovata: si tratta di Tullio Mirabella, il giardiniere di Rosy Abate. I due si recano nella sua abitazione, ma qui vi trovano anche Buonanno, che uccide Mirabella.

[adsense]

Patrizia, intanto, tenta la fuga dai Marchese, ma questi riescono a trovarla. Nigro prova a difenderla, ma Ulisse Mazzeo spara un colpo contro di lui e si da’ alla fuga. In ospedale, Nigro si fa promettere da Settembrini che lo aiuterà a proteggere Patrizia. E questi, per farlo, si trova costretto a mentire ad Anna che, furiosa, non crede alla sua versione dei fatti in merito alla sparatoria e crede dunque che Giano l’abbia tradita.

Nel frattempo Mazzeo si trova nell’orfanotrofio in cui è cresciuto De Silva. Questi, dopo aver appurato che non gli si era stata iniettato del cianuro, bensì della morfina, si ritrova con Mazzeo al suo capezzale che, con suo enorme stupore, gli rivela di essere suo padre…

Nella puntata di questa sera, dunque, vedremo Ulisse Mazzeo che, completata la sua vendetta ai danni dei Corda, medita ora di essere il numero uno della mafia catanese. Affida dunque a due vecchi amici il compito di raccogliere le briciole tra le famiglie distrutte, per formare un grande clan destinato a regnare sulla Sicilia per molto tempo.

Al suo fianco vuole anche De Silva, che intanto fatica ancora ad accettare che Mazzeo sia suo padre.

Nel frattempo le cose alla Duomo non vanno bene. Anna, infatti, non si perdona di aver riposto fiducia in Giano, che secondo lei è tornata a giocare sporco. Lui cerca di farle capire il contrario, ma lei si sente doppiamente tradita: come vicequestore e come donna che prova dei sentimenti per lui.

In realtà quello che Anna non sa è che Giano sta solo coprendo Nigro e la sua relazione con Patrizia, la donna di Mazzeo. Nigro sa bene che se Ulisse lo venisse a sapere per Patrizia sarebbe la fine, ma il boss inizierà a nutrire dei sospetti.

Nel frattempo anche Rachele e Torrisi si preparano per la loro vendetta…


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.