Hell’s Kitchen 3: Cracco superstar su Sky Uno

Hell’s Kitchen 3: Cracco superstar su Sky Uno
Hell’s Kitchen 3
Carlo Cracco

Fa una certa impressione vedere fotografie di qualche anno fa che ritraggono Carlo Cracco. Già talentuosissimo chef ma poco noto al grande pubblico, ancora senza la sua barba fascinosa e soprattutto ignaro del successo nazionale come icona pop che gli si sarebbe spalancato davanti, fino a diventare uno dei volti più noti anche a chi non è esattamente un esperto di alta cucina. Merito, soprattutto, di due programmi: uno è Masterchef (a fine dicembre debutterà la sesta stagione) e l’altro è Hell’s Kitchen, la cui nuova serie – la terza – è iniziata lo scorso 4 ottobre.

Entrambe sono esclusive Sky, e quindi per ammirare lo chef bistellato all’opera è necessario scegliere una delle migliori offerte tv confrontabili su SosTariffe.it. Da ricordare anche l’offerta Sky e Fastweb, per avere tutta la velocità della fibra e i programmi di Sky a soli 20,90 euro al mese per i primi 18 mesi. Due format diversi e un ruolo diverso anche per Cracco: se in Masterchef, com’è noto, divide la scena con altri due celebri chef, Bruno Barbieri e Antonino Cannavacciuolo, oltre al “Restaurant Man” Joe Bastianich, in Hell’s Kitchen è lui al centro dei riflettori. E cambiano anche i concorrenti: dilettanti in Masterchef, professionisti in Hell’s Kitchen.

[adsense]

Erano 16 – al netto delle eliminazioni – i concorrenti partiti con un solo obiettivo in testa, conquistare il posto di Executive Chef del ristorante stellato del JW Marriott sull’Isola delle Rose a Venezia. Un ruolo di assoluto prestigio, di fronte al quale impallidisce anche il libro di ricette pubblicato al vincitore di Masterchef. «Hell’s Kitchen», cucina dell’inferno, il nome con cui sono indicati i quartieri degradati delle metropoli (tra cui uno assai celebre a Manhattan) ma che in questo caso viene declinato fuor di metafora. Sono prove diaboliche, infatti, quelle che i concorrenti devono affrontare per arrivare alla vittoria, sotto lo sguardo sibillino di Carlo Cracco e pungolati dal suo continuo mantra: “Veloci!”.

La nuova stagione dello show reso celebre da Gordon Ramsay si differenzia dalle precedenti per una decisa virata verso la cucina internazionale ed etnica e per l’arrivo di un ospite davvero col botto: nientemeno quello che è attualmente considerato il migliore chef del mondo, Massimo Bottura, anima dell’Osteria Francescana di Modena e recentemente vincitore del 50 Best Restaurant. Un’esterna, infatti, è stata girata al Refettorio Ambrosiano, uno dei progetti più interessanti di Bottura, da sempre refrattario al mondo dei reality televisivi ma che non si tira indietro quando c’è da far conoscere un’iniziativa in grado di coniugare la beneficenza con la cultura del cibo. E poi ancora i fratelli Cerea, Gennaro Esposito e Pedro Michael Schiaffino.

Giuseppe Ino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.