squadra antimafia 8 quinta puntata

Squadra antimafia 8, anticipazioni: quinta puntata del 7 Ottobre (riassunto e video streaming della puntata)



Ecco cosa è successo nella quinta puntata della nuova serie di “Squadra antimafia 8 – Il ritorno del boss” con Giulio Berruti ed Ennio Fantastichini: il video per rivederla.

squadra antimafia 8 quinta puntata
Silvia D’Amico, Daniela Marra e Dino Abbrescia

SQUADRA ANTIMAFIA 8 – IL RITORNO DEL BOSS, VIDEO STREAMING DELLA QUINTA PUNTATA DEL 7 OTTOBRE. Ieri sera, venerdì 7 Ottobre, è andata in onda su Canale 5 la quinta puntata della nuova serie di “Squadra antimafia – Il ritorno del boss“, ormai giunta alla sua ottava serie con una nuova Duomo che quest’anno vedrà a capo Anna Cantalupo e un pericoloso personaggio che torna dal passato.

Qui di seguito ecco il video streaming Mediaset che vi permetterà di vedere o rivedere la quinta puntata. A seguire, invece, trovate il riassunto.

Vi ricordo che la fiction cambia di nuovo giorno di programmazione tornando alla sua messa in onda del giovedì, dunque la sesta puntata andrà in onda il 13 Ottobre, sempre in prima serata su Canale 5 (qui le anticipazioni).

Squadra antimafia – Il ritorno del boss: Streaming Mediaset della quinta puntata

(Clicca sull’immagine per vedere la puntata)
(Clicca sull’immagine per vedere la puntata)

SQUADRA ANTIMAFIA 8 – IL RITORNO DEL BOSS, RIASSUNTO QUINTA PUNTATA DEL 7 OTTOBRE. A villa Reitani abbiamo lasciato Giano Settembrini (Davide Iacopini) messo alle strette dai Corda, così come Anna Cantalupo (Daniela Marra) lo è da Rachele (Francesca Valtorta). Giano riesce a divincolarsi e a far scappare Rachele, mentre i Corda portano con sè Reitani (Ennio Fantastichini).

Giano, a quel punto, racconta ad Anna la verità. La donna decide di aiutarlo e di coprirlo, pertanto non racconta ai colleghi i dettagli di quanto successo.

Nigro (Giulio Berruti), intanto, continua a proteggere Patrizia (Caterina Shulha). La ragazza, su ordine di Reitani, viene però trattenuta dai Marchese.

[adsense]

Reitani accetta di coinvolgere i Corda e Torrisi (Fabio Troiano) nell’affare dell’uranio, affare sulla quale sta indagando anche De Silva (Paolo Pierobon) pur se “controllato” a vista dalla mercenaria Milla.

Durante una perquisizione a villa Reitani, gli uomini della Duomo trovano una fotografia che ritrae una villetta che, in seguito, scoprono trovarsi ad Enna. Qui trovano gli uomini dei Corda e parte una sparatoria, ma i Corda riescono a scappare. Nigro, però, sospetta che sia stato architettato tutto da Reitani, affinchè la Duomo si recasse lì ed eliminasse anche i Corda.

La Bertinelli (Silvia D’Amico), intanto, scopre che una parte del denaro di Rosy Abate (Giulia Michelini) è stato trasferito in una società di consulenza finanziaria a Catania. Si reca dunque sul posto, ma scopre che il titolare, Morelli, è stato ucciso. La segretaria, invece, dice di non aver mai visto Rosy Abate, in compenso ha visto l’assassino di Morelli che, dalla descrizione, sembra corrispondere a Remo Buonanno.

La Bertinelli, dopo aver parlato con un amico esperto informatico e con Sciuto (Dino Abbrescia), decide di accedere illegalmente al computer di Morelli per avere accesso ai dati dei suoi clienti. E difatti, tra i file, trova una fotografia che ritrae Rosy Abate in compagnia di Buonanno e di un altro uomo.

Nigro, dopo l’ennesima discussione con la moglie, viene cacciato di casa. L’uomo, che intanto trova ospitalità da Giano, riceve una telefonata da parte di Patrizia che gli chiede di aiutarla a scappare via.

Sciuto, intanto, fa un’importante scoperta: l’uomo che dice di essere Reitani, infatti, non lo è. Anna ordina alla Bertinelli di parlare con sua madre, ed è così che i nostri scoprono che Reitani aveva fatto ordinare la strage contro i Mazzeo, con i quali in passato era stato in buoni rapporti. La sera della strage, però, Ulisse Mazzeo non era presente, perchè si trovava a casa per assistere il figlioletto.

[adsense]

Reitani raggiunse Ulisse nella sua abitazione per ucciderlo, ma Ulisse giocò d’anticipo: gli tolse la vita, bruciò il cadavere per renderlo irriconoscibile, poi gli rubò l’identità per fuggire in America con il suo passaporto.

Appena arrivato in America, però, è stato arrestato per un vecchio mandato che c’era su di Reitani per un omicidio commesso in passato. Ma questo Ulisse non lo sapeva. Dunque si è fatto trent’anni di carcere al posto di Reitani.

Appena tornato in Italia, Ulisse ha ucciso Tempofosco (Giovanni Scifoni, qui la nostra intervista), poichè questi stava indagando sulla strage della sua famiglia. Adesso il suo obiettivo sono diventati i quattro vecchi complici di Reitani, perchè sono gli unici che potevano ancora riconoscerlo.

Nel frattempo tutto sembra essere pronto per l’asta sull’urario, aperta da Rachele e Torrisi, con Silva e Milla appostati che si preparano a intervenire. Reitani, da casa, segue con lo smartphone l’andamento dell’asta.

Contemporamente la Duomo fa riesumare quello che credono essere il corpo di Ulisse Mazzeo per avere conferma di quanto appena scoperto: e difatti quel corpo non appartiene a Ulisse Mazzeo, bensì a Reitani. Ergo, i Corda si sono portati a casa il loro peggior nemico…

SQUADRA ANTIMAFIA 8 – IL RITORNO DEL BOSS, ANTICIPAZIONI QUINTA PUNTATA DEL 7 OTTOBRE. Quinto appuntamento con la fiction di Canale 5Squadra antimafia – Il ritorno del boss“, giunta ormai alla sua ottava edizione, con una nuova squadra della Duomo quest’anno alle prese con un nuovo inquietante antagonista tornato dal passato.

La scorsa puntata si è conclusa con Giano che, dopo aver avuto un confronto con Sciuto, decide da che parte stare, sottraendosi al ricatto di Reitani per arrestarlo e affrontare le conseguenze. Ma i Corda, che grazie all’aiuto di Rachele hanno scoperto che dietro l’affare dell’uranio c’è proprio Reitani, si recano alla villetta e fermano Giano costringendolo a disarmarsi.

[adsense]

Nel frattempo anche Anna, che ha pedinato Giano di nascosto, si trova a villa Reitani. Dopo aver chiamato i rinforzi, la donna si nasconde all’interno dell’abitazione e assiste alla scena con la pistola in mano, pronta a colpire se ce ne sarà bisogno. Ma viene colta alle spalle da Rachele che, a sua volta, la costringe a gettare a terra l’arma…

Nella puntata di questa sera, invece, vedremo Giano e Anna alle prese con Rachele e i Corda, che li tengono sotto tiro. L’intervento dei colleghi riuscirà a salvarli, ma adesso Anna dovrà decidere la sorte di Giano: sceglierà di fare rapporto ai superiori o di proteggerlo?

Reitani, intanto, accetterà di coinvolgere i Corda e Torrisi nell’affare dell’uranio, affare sulla quale sta indagando anche De Silva pur se “controllato” a vista dalla mercenaria Milla.

Nigro, invece, continuerà a proteggere Patrizia, della quale prova evidentemente dei sentimenti. Ma Reitani ha in serbo un compito per lei…


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.