Il Sospetto 2, anticipazioni: terza puntata del 5 Agosto (riassunto e video streaming della puntata)

il sospetto 2 terza puntata



Ecco cosa è successo nella terza puntata della serie spagnola “Il Sospetto 2”, con Lluís Homar e Yon Gonzàlez: il video per rivederla.

Yon Gonzalez e Hugo Becker

IL SOSPETTO 2, VIDEO STREAMING DELLA TERZA PUNTATA DEL 5 AGOSTO. Ieri sera, venerdì 5 Agosto, è andata in onda su Canale 5 la terza puntata della fiction “Il Sospetto 2“, la serie spagnola con Lluís Homar e Yon Gonzàlez che quest’anno ruoterà attorno al Policlinico Montalbán, ubicato nella periferia di Madrid, dove avvengono strane scomparse e omicidi di diverse donne, tra cui quello della caposala. La lista dei sospettati si farà sempre pià lunga, per cui ai nostri non resta che indagare sotto copertura.

Qui di seguito ecco il video streaming Mediaset che vi permetterà di vedere o rivedere la terza puntata. A seguire, invece, trovate il riassunto.

Vi ricordo che la quarta puntata andrà regolarmente in onda venerdì 12 Agosto, sempe in prima serata su Canale 5.

Il Sospetto 2 – Streaming Mediaset della terza puntata

IL SOSPETTO 2, RIASSUNTO TERZA PUNTATA DEL 5 AGOSTO. Terzo appuntamento con la fiction “Il Sospetto 2“, la serie televisiva spagnola che quest’anno, dopo gli avvenimenti della scorsa stagione, è ambientata in una nuova cittadina: il commissario Casas (Lluís Homar) e l’agente Victor (Yon Gonzàlez), infatti, saranno alle prese con sparizioni e omicidi all’interno del Policlinico Montalban. Affiancati dalla nuova arrivata Sophie Leduc (Mar Sodupe), i nostri dovranno indagare sotto copertura, e l’unico modo per farlo sarà quello di infiltrare Victor nell’ambiente ospedaliero.

Ecco cosa è successo nel corso della terza puntata.

Victor (Yon González), dopo essere stato aggredito nella stanza di Don Pedro, viene salvato da Alain (Hugo Becker). Victor è in evidente stato di shock e, oltretutto, è stato drogato.

[adsense]

Victor si accorge di aver perso il suo cellulare: se qualcuno lo trovasse, salterebbe la sua copertura. E difatti il cellulare viene trovato da Belen (Olivia Molina), che scopre così la verità su Victor. La donna, però, decide di collaborare con la polizia, fornendo dall’interno dell’ospedale preziose informazioni.

Sophie (Mar Sodupe), però, ordina ad Alain di piazzare delle microspie per controllare Belen e accertarsi che stia dicendo la verità.

La dottoressa Sara Guzman (María Botto), intanto, si risveglia dal coma. La donna riconosce in Gines (Marcial Álvarez) il suo aggressore e lo comunica alla polizia. In realtà, più che Gines, riconosce il tatuaggio che lo stesso ha sul braccio.

I tratti della personalità di Miguel Manrique (Gonzalo de Castro) diventano sempre più foschi e i suoi comportamenti ambigui. Alain trova delle tracce di sangue nello studio di Miguel. Questi, invece, è alla ricerca della protesi che aveva Enrique (José Luis García Pérez), da lui ucciso nella scorsa puntata.

Miguel è sempre più in difficoltà: si sente braccato. La polizia capisce che Miguel ha ucciso Enrique, ma non ha ancora le prove per incastrarlo.

Dopo le intimidazioni di Gorka (Israel Elejalde), Daniel (Unax Ugalde) allontana Natalia (Eva Ugarte) e, durante una discussione tra i due, lei cade dalle scale.

Belen vorrebbe tirarsi fuori da tutto questo, ma Victor la convince a non mollare. Oltretutto fornisce delle preziosi informazioni: prima che Catherine (Leticia Dolera) sparisse, infatti, pare che quest’ultima abbia avuto una discussione con Isabel (Ingrid Rubio). Daniel si era messo interposto tra loro, poi era andato via insieme a Isabel. Forse tutto è cominciato da qui. Intanto il rapporto tra Victor e Isabel si fa sempre più stretto.

[adsense]

Victor racconta quanto successo con Isabel ad Alain, il quale, in realtà, era già al corrente di tutto per mezzo delle microspie. Ad Alain scappa, senza nemmeno renderse conto, una parola di troppo che fa capire a Victor che questi aveva già sentito la sua conversazione con Isabel, e difatti trova la microspia nell’auto della donna.

Victor e Vidal (Vicente Romero), a quel punto, decidono di agire a modo loro e, pertanto, senza richiedere l’autorizzazione di Casas, mettono una prova schiacciante nell’ufficio di Miguel che lo incastrerebbe della morte di Enrique.

Alain lo scopre e avvisa Sophie, che a sua volta raggiunge Casas, il quale era all’oscuro di tutto ciò.

Vidal richiede una perquisizione nello studio di Miguel, affinchè venga fuori la fantomatica prova. Ma Miguel, che poco prima aveva visto Alain nel suo studio in modo sospetto, trova la prova nel cassetto e si rende conto che qualcuno sta cercando di incastrarlo, credendo che quel qualcuno sia proprio Alain.

Per tal ragione, Miguel sposta la prova nello studio di Alain, che di conseguenza durante la perquisizione viene arrestato dalla polizia. Insomma, il piano di Vidal fallisce, ma questi rassicura Alain dicendogli che in qualche modo rimedieranno a quello che è appena successo…

[adsense]


Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.