romanzo siciliano terza puntata

Romanzo Siciliano, anticipazioni: terza puntata del 31 Maggio (riassunto e video streaming della puntata)



Ecco cosa è successo nella terza puntata della nuova fiction “Romanzo siciliano”, con Claudia Pandolfi e Fabrizio Bentivoglio: il video per rivederla.

romanzo siciliano terza puntata
Filippo Nigro e Fabrizio Bentivoglio

ROMANZO SICILIANO, VIDEO STREAMING DELLA TERZA PUNTATA DEL 31 MAGGIO. Ieri sera, martedì 31 Maggio, è andata in onda su Canale 5 la terza puntata nuova fiction “Romanzo Siciliano“, diretta da Lucio Pellegrini e con Fabrizio Bentivoglio e Claudia Pandolfi.

Qui di seguito ecco il video streaming Mediaset che vi permetterà di vedere o rivedere la terza puntata. A seguire, invece, trovate il riassunto.

Vi ricordo che la quarta puntata andrà regolarmente in onda martedì 7 Giugno, sempre in prima serata su Canale 5 (qui le anticipazioni).

Romanzo Siciliano – Streaming Mediaset della terza puntata

ROMANZO SICILIANO, RIASSUNTO TERZA PUNTATA DEL 31 MAGGIO. Terzo appuntamento con la nuova fiction di Canale 5Romanzo siciliano“, serie televisiva in otto puntate con Claudia Pandolfi, Fabrizio Bentivoglio e Filippo Nigro.

Ecco cosa è successo nel corso della puntata.

Il mafioso Consolo comincia a collaborare con la giustizia, ma a patto che la sua famiglia venga inserita in un programma di protezione.

[adsense]

In casa di Consolo, però, arriva un uomo che, fingendosi un carabiniere, rapisce la figlia di Buscemi (Ninni Bruschetta). Quest’ultimo va su tutte le furie, ma Spada (Fabrizio Bentivoglio) lo convince a collaborare: l’uomo, allora, racconta che Flores (Gianfranco Iannuzzo) è stato incastrato da Buscemi nella questione degli appalti e al contempo lancia anche pesanti accuse verso il Colonnello Damiani, il padre di Anna (Eleonora Bolla), ucciso vent’anni prima da Cosa Nostra perchè, a detta sua, aveva preso le parti della mafia palermitana. Accuse che sembrano avere delle reali fondamenta e che potrebbero compromettere l’operato di Damiani.

Tramite le informazioni rivelate da Consolo, i nostri arrestano un gruppo di trafficanti di medicinali che operano per conto di Buscemi. Azzarello (Giuseppe Tantillo), però, riesce a risalire a quello che crede essere un secondo deposito dei trafficanti e si reca sul posto benchè gli venga vietato. Il giovane viene scoperto dagli uomini di Buscemi ed è sul punto di essere ucciso, ma il tempestivo intervento di Neri (Filippo Nigro) gli salva la vita.

In questura, poi, Azzarello si becca un bel provvedimento disciplinare per aver disobbedito agli ordini e per essere andato in missione da solo.

Intanto viene mandato un video che ritrae la figlia di Consolo. Tale video viene mandato anche in onda da Merlini (Gabriele Corsi) e la cosa fa infuriare Spada.

Durante una diretta, però, Merlini riceve una telefonata nel quale un uomo gli comunica che la ragazzina del video si trova a Siracusa.

[adsense]

La polizia riesce a trovare l’appartamento in cui è nascosta la bambina. Rizzo (Alessio Vassallo) scappa, mentre la Mutti uccide Gambino, che la teneva in ostaggio.

I carabinieri raggiungono Consolo alla sua cella per informarlo di aver salvato la figlia, ma qui trovano l’uomo privo di vita per asfissia: un apparente suicidio, anche se i nostri credono che dietro si nasconda ben altro.

Federica Mutti (Vanessa Compagnucci) e Azzarello, intanto, si baciano e passano la notte insieme. Poco dopo, però, il ragazzo rivela a Federica che, con ogni probabilità, le intercettazioni di Navarra (Roberto De Francesco) sono state manomesse da qualcuno della squadra. Lei si arrabbia per essere stata tenuta all’oscuro di ciò e lo caccia via in malo modo.

Intanto i nostri sospettano che all’interno della questura è presente una talpa che avrebbe dato indicazioni a Consolo e che passa informazioni all’esterno: tramite le registrazioni, i nostri scoprono che la talpa è il procuratore Fusi (Paolo Calabresi), che comunicava con Consolo attraverso dei post-it nascosti all’interno del fascicolo che gli aveva mostrato…

[adsense]


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.