Sotto copertura anticipazioni, Antonio Folletto è Carlo Caputo: "Vuole entrare a tutti i costi nella squadra per un senso di giustizia"



Antonio Folletto racconta il personaggio di Carlo Caputo in questa nuova fiction e l’esperienza vissuta durante le riprese…

sotto copertura fiction
Antonio Folletto intervistato da Rai.tv

Manca ormai poco alla messa in onda della prima puntata della nuova fiction “Sotto copertura“, miniserie televisiva in due puntate che, ispirata ad una storia vera, racconterà la cattura e l’arresto del boss del clan dei  casalesi Antonio Iovine ad opera della Squadra Mobile di Napoli, dopo una latitanza durata ben quattordici anni.

Nel ruolo di Antonio Iovine vedremo l’attore Guido Caprino, mentre a capo della Squadra Mobile di Napoli c’è il commissario Michele Romano, interpretato da Claudio Gioè e ispirato alla figura realmente esistitita di Vittorio Pisani.

Insieme a Michele Romano nella squadra figurano anche gli agenti Arturo De Luca (Simone Montedoro), Rosanna Croce (Raffaella Rea), Salvo Izzo (Antonio Gerardi) e Carlo Caputo (Antonio Folletto), l’agente più giovane.

[adsense]

Nel corso di un’intervista a Rai.tv, Antonio Folletto ha avuto modo di presentare il suo personaggio e di raccontare l’esperienza vissuta sul set durante le riprese.

Anzitutto parlando del personaggio di Carlo Caputo, l’attore racconta:

“Carlo Caputo è il più giovane della squadra, capitana dal commissario Romano, interpretato da Claudio Gioè. Carlo vuole fare di tutto per entrare, appunto, in questa squadra. Insomma, lui non fa parte di questa squadra, vuole entrare a tutti i costi sia per un senso di giustizia, ma anche perchè ha subito un torto. La prende quasi come una cosa personale…”

L’attore, poi, ci spiega qual è stato, per lui, l’aspetto più entusiasmante di quest’esperienza:

“L’aspetto entusiasmante è quello legato al mio lavoro, il vivere una vita che non è la tua, e in questo caso appunto è la vita di un supereroe, di un ragazzo giovanissimo che accetta di fare qualunque sacrificio, qualunque rinuncia, per raggiungere questo obiettivo…”

L’attore, inoltre, ci spiega cosa l’ha più colpito durante il periodo trascorso sul set: gli abitanti del Casalese. Ecco perchè…

“Una cosa che non dimenticherò mai è quando io personalmente sono arrivato la prima volta a Casale. Ti accorgi che queste persone hanno vissuto delle cose che per fortuna non tutti hanno vissuto, e sono rimaste segnate. E tu sei chiamato in causa, e lì in quel momento devi rivivere quello che hanno vissuto loro. E questa è una responsabilità…”

[adsense]

Infine, Antonio Folletto conclude dicendo quale sia, per lui, il messaggio più importante che questa fiction vuole trasmettere ai telespettatori:

“Io credo che già questa storia trasmetta tanto: qualunque cosa per un senso di giustizia, E per me già questo basta, non c’è da aggiungere altro…”

La fiction, prodotta da a Lux Vide in collaborazione con Rai Fiction per la regia di Giulio Manfredonia, annovera nel cast, al fianco degli attori sopra citati, anche Dalila Pasquariello, Filippo Scicchitano, Aisha Cerami, Iaia Forte, Antonio Milo, Giovanna Rei, Simone Bucalo, Alessio Lapice, Clotilde Esposito, Alessandra Costantini e Giuliana Simeone.

Vi ricordo, intanto, che per tutte le altre notizie, anticipazioni e per le puntate della fiction “Sotto copertura” potete sfogliare l’apposita categoria che trovate sul nostro sito, oppure cliccando anche qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.