ti lascio una canzone

Ti lascio un canzone, il programma di nuovo nel mirino: chiesta la cancellazione

Il Consiglio nazionale degli utenti chiede di sospendere il programma.

La Rai lo aveva sospeso per un anno e poco più per riprenderlo nel prossimo autunno proprio all’indomani di feroci attacchi da parte di varie associazioni di utenti e genitori ovvero Ti lascio una canzone il baby talent canoro condotto da Antonella Clerici che finisce di nuovo nel mirino delle critiche ovvero strumentalizza i bambini e li tratta troppo da adulti e per questa motivazione di nuovo si è invocata la cancellazione del programma.

I membri del Consiglio nazionale degli utenti, hanno infatti chiesto alla Rai di sospendere Ti lascio una canzone, per l’associazione che sorveglia la dignità della persona o delle particolari esigenze di tutela dei minori, infatti, i piccoli vengono adultizzati e spettacolarizzati. Già l’anno scorso il programma era stato sospeso a causa di critiche simili piovute da telespettatori e genitori. Per poter tornare in onda gli autori hanno fatto diverse modifiche al format, ma evidentemente non sono state ritenute sufficienti.

[adsense]

2 commenti su “Ti lascio un canzone, il programma di nuovo nel mirino: chiesta la cancellazione”

  1. In mia opinione questa gara, perche` di gara si tratta, canora DEVE essere cancellata. I bambini che fanno gli adulti, si comportano da adulti e finiscono anche a vestirsi da adulti in una kermesse che onestamente non piace piu`. Nata bene, si e` trascinata a sempre peggio come del resto le altre trasmissioni della Clerici a cui servirebbero un paio di anni di vacanza dagli schermi.

  2. Poi non lamentiamoci se i bambini crescono con la convenzione che tutto e dovuto, bambini che se perdono si sciolgono in lacrime, vestite/i da adulti,
    saranno degli adulti mal cresciuti.. si la Clerici dovrebbe lasciare la Tv di stato e andare in ferie per molti anni!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.