stefano callegaro

Stefano Callegaro (finalmente) fa causa a Striscia la notizia

Ci siamo chiesti per tanto tempo perchè ci mettesse cosi tanto Stefano Callegaro a ricorrere per vie legali contro lo sciacallaggio infamante che da mesi viene fatto da Striscia la notizia contro Masterchef Italia e contro il vincitore della quarta edizione, per mesi infatti i poveri spettatori del tg satirico di Antonio Ricci si sono visti sorbire uno spazio fisso dedicato ai presunti brogli di Callegaro o magari della produzione del programma perchè Stefano avrebbe violato le regole del programma non meritando la vittoria e finalmente tramite una lunga intervista Stefano Callegaro ha chiarito la sua posizione anche all’indomani del chiarimento di Magnolia, inoltre Callegaro è intenzionato a ricorrere per vie legali contro Striscia la notizia che ha sicuramente leso la sua immagina, compromettendo la sua carriera che da vincitore del reality culinario sarebbe dovuta decollare.

[adsense]

Facevo il promoter con mansioni di vendita e solo occasionalmente dimostravamo i prodotti in cucina, ma non ho mai preparato un piatto finito. Negli ultimi anni, poi, ho fatto l’agente immobiliare. La società proprietaria dell’albergo ha risposto ufficialmente e per iscritto di non avermi mai visto, né di avermi mai avuto nei suoi ranghi. Sono pronto a fare tutto ciò che è necessario per difendere la mia immagine e la mia carriera! Rivoglio la mia serenità, il riconoscimento degli operatori che ora stanno alla finestra per vedere come finisce la vicenda e quella credibilità che mi permetta di vivere il mio status senza dovermi giustificare. A tal fine ho dato mandato al mio legale, l’avvocato Giada Bozino, affinché proceda in tutte le sedi competenti. Un risarcimento? Se ne ce ne sarà la necessità, sicuramente sì. E sarà anche importante. Quanto? Ho idea di quanto mi è stato tolto, che è molto.

Noi speriamo veramente che una volta tanto Striscia la notizia abbia quello che merita perchè davvero il comportamento di questi mesi è stato vergognoso e discutibile, ai limiti della legalità davvero!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.