Atlantis, la serie britannica che va alla scoperta del continente perduto

Atlantis, la serie britannica che va alla scoperta del continente perduto

Avventure, mostri e divinità nella nuova serie su Rai 4.

Da questa sera in prima serata su Rai4, al via Atlantis, in prima visione assoluta, con questa serie la Bbc One propone una declinazione avventurosa e leggera, nel solco della più classica letteratura d’appendice.
Jason (Jack Donnelly), il giovane interprete, avventurandosi negli abissi marini a bordo di un batiscafo alla ricerca di risposte sulla morte del padre (naufragato anni prima a bordo di un sottomarino), giunge misteriosamente alla città perduta di Atlantide. Qui stringerà amicizia con il coetaneo Pitagora (Robert Emms) e il nerboruto Ercole (Mark Addy) – intelligenza e forza bruta – affrontando assieme a loro molte imprevedibili sfide e imbattendosi in una nutrita schiera di personaggi e divinità della mitologia greca, e non solo. Jason – nome del resto ispirato al ciclo degli Argonauti – scoprirà soprattutto di non essere capitato ad Atlantide per caso, ma per compiere una missione, che lo condurrà verso un destino grandioso.

[adsense]

La colorita serie della BBC è stata girata tra Galles e Marocco, dove la città perduta è stata ricostruita dettagliatamente mescolando sfondi naturali, scenografie e postproduzione digitale. Un progetto ambizioso che coinvolge alcuni dei volti più amati della televisione inglese, insieme a nuovi, promettenti talenti: il protagonista Jason è interpretato da Jack Donnelly (House of Anubis), il ruolo di Ercole va invece a Mark Addy (Full Monty, Jack Frost, Il Trono di Spade) e quello di Pitagora a Robert Emms (Anonymous, War Horse, Broken), mentre la bella Jemima Rooper (Il Romanzo di Amanda, Hex) veste i panni di Medusa e Sara Parish (The Wedding Date, L’amore non va in vacanza, Hatfields & McCoys) è Parsiphae, regina di Atlantide.

atlantis serie tv
Atlantis locandina

Giuseppe Ino

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.