Cuore ribelle, anticipazioni dal 28 luglio al 1°agosto 2014

Cuore ribelle, anticipazioni dal 28 luglio al 1°agosto 2014Álvaro propone a Blas il doppio della cifra pattuita per acquistare la sua terra, ma Blas decide di affittarla a Roberto. Sara fa pace con Miguel e scopre che il Vescovo di Cordoba e’ in arrivo ad Arazana, cosi’ decide di fare un colpo con i banditi e derubarlo dei suoi gioielli. Damia’n prega Rafali’n di giocare al suo posto la partita a carte contro il marchese per riprendere la chiesa e, dopo aver esaudito il desiderio del ragazzo, riesce a convincerlo. Martina dice a Carmen di sapere tutto sulla sua precedente relazione con Germa’n. Álvaro scopre che Martina non e’ battezzata e che quindi, le sue nozze con Germa’n potrebbero essere a rischio. Rafali’n vince la partita contro il marchese.

[adsense]

Alvaro tenta di acquistare il terreno di Blas perche’ e’ a conoscenza del fatto che presto, su quel campo, verra’ costruita una ferrovia che giungera’ fino alla capitale. Blas rifiuta, pero’, l’offerta e decide di affittare il terreno a Roberto, dopodiche’ lascia Arazana. Toma’s cerca di convincere il figlio del fatto che quel terreno gli procurera’ solo guai, ma, dopo aver saputo da Cosme che Blas non vuole i soldi dell’affitto, comincia a ricredersi. Intanto Juanito scopre che Roberto, con l’aiuto di Sara, sta per diffondere i volantini con le rivendicazioni dei contadini e, in preda alla rabbia, cerca di dissuaderlo. Miguel fa da scorta al vescovo di Cordoba, ma i banditi assaltano la diligenza e si impadroniscono del bottino. Sara, dopo aver assistito all’assalto, decide di unirsi a loro. Infine, in casa Montoro, Alvaro tenta inutilmente di impedire il matrimonio del padre con Martina, mentre Eugenia, rifiutata da Miguel, e’ disperata. Eugenia decide cosi’ di ricorrere a metodi drastici per ottenere l’attenzione del suo amato e finge di essere stata aggredita da lui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.