Divini devoti, alla scoperta dei tesori religiosi su Rai 5

Divini devoti, alla scoperta dei tesori religiosi su Rai 5Francescani, Domenicani, Benedettini, Filippini, Gesuiti: è dedicata a un diverso grande ordine religioso, visto dall’interno di una delle sue chiese più importanti, ognuna delle dieci puntate di Divini devoti, il nuovo ciclo di trasmissioni di Rai5, che prende il via domenica 1° giugno alle 21.15. Ogni domenica e per dieci prime serate
Claudio Strinati 
va alla scoperta di chiese e abbazie che conservano una miriade di opere d’arte, maggiori e minori, che di fatto permettono di compiere una vasta ricognizione storica, da cui scaturiscono informazioni di vario tipo – alcune di alta complessità, altre di quasi ovvia evidenza – e meditazioni rilevanti per una migliore comprensione di quella che si potrebbe chiamare la coscienza dell’Occidente

[adsense]

Il programma ha ottenuto il patrocinio del FEC – Fondo Edifici di Culto – del Ministero dell’Interno.

Nella prima puntata di domenica 1° giugno 2014:

Vi risiedono dalla metà del 1200 e la chiesa è estremamente interessante sia dal punto di vista artistico sia da quello che potremmo definire “leggendario”. La puntata si svolge quasi tutta all’interno della basilica, ma anche sulla piazza e la scalinata del Campidoglio, per rievocare la leggenda medievale di Augusto e la Sibilla. L’imperatore avrebbe avuto qui la visione di una donna con un bambino in braccio, motivo per il quale il sito venne consacrato. All’interno della chiesa vengono rintracciati i monumenti e le opere d’arte connessi alla leggenda e viene raccontata la personalità di San Bernardino da Siena, celebre santo francescano, attraverso una ricognizione nella cappella Bufalini, affrescata nel Quattrocento dal Pinturicchio.

Sono intervenuti a sostenere ed argomentare le tesi del prof. Strinati Paolo Ricca, pastore valdese e Giorgio Croci, professore ordinario di tecnica delle costruzioni. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.