tomorrow people

"The tomorrow people", dal 10 gennaio 2014 in coppia con Arrow in esclusiva su Italia Uno

tomorrow peopleC’era davvero bisogno di un’altra serie con protagonisti persone che sviluppano super poteri? A giudicare dalla trama e dalle premesse decisamente no ma Italia Uno in maniera giustamente furba accoppierà nella stessa serata a partire dal 10 gennaio la seconda stagione di Arrow e la prima in esclusiva di Tomorrow People firmata da Greg Berlanti (Arrov; Brothers and sisters) e Julie Plec (The vampire diaries) due firme che lasciano comunque ben sperare per un prodotto che almeno sulla carta appare volutamente giovanilistico se a questo aggiungiamo che la rete americana è The CW.

I Tomorrow People sono degli esseri umani che, a seguito di un’evoluzione genetica, sviluppano poteri straordinari (le cosiddette “Tre T”: telepatia, teletrasporto e telecinesi)

La serie segue le vicende di Stephen Jameson (Robbie Amell), un emergente neo-membro dei Tomorrow People. Suo padre, capo dello stesso gruppo, scomparve anni prima per dedicarsi alla ricerca di un posto sicuro dove vivere insieme alla sua specie per sfuggire alla persecuzione degli Ultra, un’organizzazione che mira alla loro distruzione per mezzo dei loro simili, al fine di salvaguardare la razza umana.

[adsense]

Stephen ha cominciato da poco a “sentire” alcune voci e a risvegliarsi in posti strani. Un giorno decide di “ascoltare” una di queste voci e finisce per incontrare altri come lui: il ribelle John Young (Luke Mitchell), capace di teletrasportarsi; l’affascinante Cara Coburn (Peyton List), dotata di telepatia; Russell Kwon (Aaron Yoo), il quale usa la telecinesi per i propri interessi.

Nel frattempo il leader degli Ultra, il dottor Jedikiah Price (Mark Pellegrino) offre a Stephen la possibilità di condurre una vita normale se lo aiuterà a eliminare i suoi simili…Sul piatto della bilancia finisce pure Astrid Fich (Madeleine Mantock), amica d’infanzia di Stephen segretamente innamorata di lui, la quale viene a conoscenza del segreto genetico del protagonista.

La serie ideata da Phil Klemmer, lanciata con il claim “Different is dangerous”,  è liberamente tratta da un telefilm omonimo inglese del 1973 (inedito in Italia).

Sicuramente una bella accoppiata telefilmica anche questa: vi piace?

httpv://youtu.be/vUfHbwdbPzw

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.