Roma Fiction Fest 2013 – Incontro con Roselyn Sanchez e Edy Ganem, protagoniste di Devious Maids, la nuova serie di Marc Cherry e Eva Longoria. Dal 9 ottobre su Fox Life

 

Si è concluso da poco l’incontro con Roselyn Sanchez e Edy Ganem, protagoniste della serie Devious Maids che partirà dal 9 ottobre su Fox Life, per 13 prime serate, e che in America è stata tanto seguita. Un incontro interessante che è avvenuto subito dopo la proiezione del primo episodio, nel corso del quale abbiamo potuto conoscere e meglio apprezzare quelle che saranno le nuove creature ideate dalla penna di Marc Cherry, il “padre” di Desperate Housewives” e prodotte dalla “casalinga disperata” Eva Longoria. La serie vede cinque affiatate colf  i cui datori di lavoro sono tutte persone rispettabili. Rosie, (Dania Ramirez),è vedova e ha un figlio che purtroppo, ha dovuto lasciare in Messico e cercherà in ogni modo di portarlo con sé in America, nonostante la sua vita non sia facile, lavorando per due attori egocentrici: Peri e Spence Westmore (Marianna Klaveno e Grant Show). Mamma apprensiva e allo stesso tempo domestica è Zoila (Judy Reyes), che lavora, insieme alla figlia Valentina (Edy Ganem) per la famiglia Delatour. Valentina, ovviamente, come vuole la tradizione, ha una cotta per il rampollo di famiglia presso la quale lavora: Remi (Drew Van Acker). Completamente presa dalla sua carriera e poco attenta nel suo lavoro è Carmen (Roselyn Sanchez). Aspirante cantante la donna cerca in ogni modo di attirare l’attenzione del suo datore di lavoro, visto che si tratta della pop star Alejandro (Matt Cedeno). Sulla sua strada troverà però Odessa (Melinda Paige Hamilton), fedele governante di quest’ultimo e, solo durante gli altri episodi, il loro rapporto migliorerà. Ultima cameriera è Marisol (Ana Ortiz) che, sin dal primo episodio attirerà su di sé l’attenzione delle famiglie più ricche, dal momento che, il suo scopo è quello di indagare sull’omicidio di una loro collega: Flora.

[adsense]

A presentare quest’oggi la serie, c’erano due tra le cinque protagoniste: Roselyn Sanchez e  la giovanissima Edy Ganem.

COME SIETE RIMASTE COINVOLTE IN QUESTO PROGETTO?

ROSELYN: Sentii parlare di questo progetto dalla mia amica Eva Longoria. Dopo aver letto il copione, che mi è piaciuto da subito, sono stata ossessionata dal personaggio di Carmen. Marc inizialmente aveva scritto questo ruolo per un attrice più giovane ma ho voluto fargli vedere che ero in grado di interpretarlo.

EDY: Audizione normale la mia, come le altre. Il mio manager mi ha detto che c’era questa possibilità e lo stesso giorno mi hanno richiamato. Ho capito quindi che era andato tutto bene. Non conoscevo Marc Cherry , per fortuna, perché forse se lo avessi conosciuto avrei affrontato il provino in maniera più nervosa.

[adsense]

COME E’ STATO LAVORARE CON MARC CHERRY?
EDY:Una volta iniziate le riprese ho guardato Desperate Housewives e ho detto: sto lavorando per un genio. E’ una persona precisa, puntigliosa, che segue molto il set.

ROSELYN: Per me è stato un processo più lungo Avevo fatto un provino per Desperate Housewives, per la parte che poi fu affidata alla mia amica Eva Longoria. Essendo lui attore quando scrive un personaggio sa esattamente quello che vuole. E’ una persona della quale ci si può fidare. Basta vedere il successo mondiale che ha ottenuto Desperate nel mondo.

Durante la chiacchierata con le due protagoniste viene tirata fuori al telenovela a cui si è ispirato Marc: “Ellas son la Alegrìa del Hogar”. Entrambe le protagoniste ci tengono a sottolineare che lo stesso Marc ha scritto per loro una serie originale, completamente diversa, composta da personaggi originali.

PER VOI ATTORI NON DEVE ESSERE FACILE GIRARE UNA SERIE COME QUESTA. IL FATTO CHE DOVETE INTERPRETARE GENERI DIVERSI ALL’INTERNO DELLA STESSA SERIE.

EDY: Per me era la prima volta che facevo una cosa del genere. E’ stata una esperienza straordinaria. Il fatto di cambiare registi in ogni episodio è stato bellissimo e soprattutto ci ha aiutato a capire come affrontare ogni parte diversa.

ROSELYN: Penso sia un ottimo prodotto televisivo. Marc ci diceva che all’interno della stessa puntata c’erano scene divertenti, surreali, quasi ridicole, e allo stesso tempo tragiche. E’ stato divertente.

Si è poi passati a parlare delle tematiche sociali toccate dalla serie ma soprattutto delle reazioni della comunità latino-americana.

[adsense]

EDY: La comunità latino americana ha dato un grande contributo alla comunità americana. Io credo che il lavoro duro che fanno molte persone debba essere legalizzato.

ROSELYN: Nella serie c’è il personaggio di Rosie che vuole portare il figlio in America. Si affronta il tema sociale, ma mai in mondo che questo sfoci nel dramma sociale. Alcuni giornalisti hanno criticato questo aspetto perché non è stato analizzato fino in fondo, mentre la comunità si è molto divertita perché molte persone sono riuscite ad  identificarsi con i personaggi.

Blogger professionista e da sempre appassionato esperto di telecomunicazioni, serie tv e soap opera. Giuseppe Ino è redattore freelance per diversi siti web verticali. Ha fondato teleblog.it, tivoo.it, mondotelefono.it, maglifestyle.it Ha collaborato tra gli altri anche con UpGo.news nella creazione di post e analisi. Collabora con la web radio Radiostonata.com nel programma quotidiano #AscoltiTv in diretta da lunedi a venerdi dalle 10 alle 11.

1 Comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.