Rai due, in autunno nuovi tentativi di trasformare la rete: più interattività e più social

Palinsesti Rai, l'autunno di Rai due tra serie tv e informazione

Da tempo ormai Rai due cerca una nuova identità, vari i tentativi sempre non riusciti di individuare un target ben preciso, dopo l’abbandono poi di Michele Santoro che portava alla rete gran begli ascolti, da quel momento in particolare la seconda rete Rai ha vissuto alcuni anni di “non so cosa fare, non so cosa essere e dove voglio andare”, da alcuni mesi invece e con qualche format anche sperimentale benchè non riuscito del tutto Rai due sembra volersi incanalare verso un assetto più interattivo e social dopo i buoni riscontri di The voice piuttosto che Un minuto per vincere, Pechino Express e un nuovo tentativo di riportare l’informazione con un taglio differente.

Con la presentazione ieri del nuovo palinsesto autunnale, vedi qui tutti i dettagli, ecco come vuole trasformarsi la rete

[adsense]

Rinnovare i linguaggi; sperimentare nuovi format; acquisire come elemento di identità il genere “factual”, nella sua accezione più ampia; la scommessa della crossmedialità per stabilire un rapporto nuovo e continuo con il pubblico: sono queste le quattro linee di azione sulle quali si muove Rai2.

L’obiettivo è di fare di Rai2 il canale crossmediale dell’offerta generalista Rai, assicurando un contatto continuo con il pubblico. Nell’immediato futuro, Rai2 conta di arrivare a proporsi come “rete a doppio schermo”, potenziando l’uso delle web room,  sfruttando il live tweeting e offrendo contenuti aggiuntivi in modalità push. Per questo, Rai2 si sta attrezzando per valorizzare la connotazione crossmediale dei programmi che si prestano maggiormente a questo genere di sperimentazione. Si prevedono così materiali aggiuntivi per “Pechino Express” e per “Il Verificatore”. Per “Un minuto per vincere”, oltre al restyling del sito, si sta studiando la possibilità di un modulo user generated content per favorire l’interattività, nonché la creazione di contenuti web-specific. Si proseguirà con gli esperimenti anche con la serialità dopo che a marzo scorso, per la prima volta, è stato proposto al pubblico di votare su un triplo finale di una serie di  telefilm di prima serata Hawaii-Five-0.

“The Voice”, la principale scommessa di questa stagione, che ha subito regalato alla Rete rilevanti soddisfazioni in termini di ascolto, di coerenza di target e di approccio crossmediale (l’hashtag #TVOI è risultato quasi sempre primo nella classifica Twitter) è presa come esempio di offerta televisiva  crossmediale.

Intanto, da quasi una settimana si è conclusa la sperimentazione di “Detto Fatto”, un factual completamente nuovo per temi affrontati e pubblici di riferimento. Per quanto riguarda l’estate, ormai prossima, Rai2 propone nuovi programmi con evidenti profili di innovazione. Si dedica grande spazio all’informazione con tre prodotti differenti: dal 15 maggio è in onda “2 Next. Economia e Futuro” il nuovo programma di informazione economica di seconda serata condotto da Annalisa Bruchi; il 10 giugno è partita una striscia di informazione pomeridiana “Divieto di sosta”, condotto da Chiara Lico, che ha come elemento connotante  l’invito a non fermarsi ma a percorrere tutti gli itinerari possibili della realtà  con un forte “presidio” dell’intero territorio della penisola; dal 3 luglio nella prima serata del mercoledì andrà in onda “Virus. Il contagio delle idee” condotto da Nicola Porro un docu-talk innovativo per temi e format (formula del reportage, monotematicità della questione oggetto della puntata, analizzata in ogni sua dimensione) costruito su una forte attenzione all’inchiesta, all’interattività e ai linguaggi contemporanei dell’informazione politica, sociale e anche economica. Un’altra novità è quella dell’inserimento nel palinsesto di Rai 2, per la prima volta, dell’access prime-time alle 21.00: con l’estate arriva “Ombrelloni”, una web-fiction (di breve durata), anticipo del genere che partirà il 9 settembre con la fiction crossmediale “Una mamma imperfetta”, firmata da Ivan Cotroneo. In seconda serata proseguiranno le esperienze positive legate alla comicità di “Made in Sud”.

[adsense]

L’estate sarà anche il momento del testing di alcuni “numeri uno”: “Legend” un format di Rai2 che propone le storie di persone comuni che il destino ha trasformato, improvvisamente, in leggende; “Il verificatore” un magazine -realizzato internamente- che mette in campo un detective immaginario, di cui avremo solo la voce, per scoprire le “bufale” che circolano sul web, sui giornali e sulla tv; “Facciamo pace” un programma di intrattenimento che tenterà di aiutare tre persone, una delle quali vip, a fare pace con situazioni azioni imbarazzanti o discutibili del loro passato; “Il mattino dopo”, uno scripted reality, che sostanzia la scommessa di portare in prima serata questo genere di format molto apprezzato all’estero, con due gruppi di sei persone che saranno messe in condizione di incontrare chi ha fatto loro del male e che ora vuole chiedere perdono.

Nel daytime, si è favorito un compattamento dell’offerta per i ragazzi, attingendo ai prodotti più importanti e prevalentemente di produzione Rai: il risultato è la risistemazione della fascia del mattino.

Come vi sembra finora?