“Che Dio ci aiuti 2”: anticipazioni quinta puntata del 20 Marzo

“Che Dio ci aiuti 2”: anticipazioni quinta puntata del 20 Marzo

Ascolti leggermente in rialzo per la seconda serie della fiction con Elena Sofia RicciChe Dio ci aiuti“, che nella quarta puntata andata in onda giovedì 14 Marzo ha ottenuto 6.315.000 di spettatori (20,93% di share) nel primo episodio intitolato “Compagne di cella“, e 5.884.000 di spettatori (22,99% di share) nel secondo episodio intitolato “Ovunque tu sia”. Per leggere una breve trama e rivedere la puntata grazie al video streaming Rai potete cliccare qui.

[adsense]

Vi ricordo che la quinta puntata della fiction andrà eccezionalmente in onda mercoledì 20 Marzo, sempre in prima serata su RaiUno, poichè giovedì verrà trasmessa la partita Italia-Brasile.

Ma cosa succederà nella quinta puntata? Per gli amanti degli spoiler ecco un estratto di quello che succederà nel corso della quinta puntata, composta dai due episodi “L’amore che cambia” e “La vita in gioco”.

  • Nel primo episodio, intitolato “L’amore che cambia“: Visita inaspettata al convento: stiamo parlato del notaio Leonardi (Riccardo Polizzy Carbonelli), padre di Azzurra (Francesca Chillemi). Leonardi sembra voler riallacciare i rapporti con la figlia, ma le sue intenzioni sembrano tutt’altro che buone. Il dottor Limbiati (Luca Capuano), intanto, si riavvicina a Margherita (Miriam Dalmazio) con una romantica proposta…

[adsense]

  • Nel secondo episodio, intitolato “La vita in gioco“: Al convento arriva Marcello, fratello di Guido (Lino Guanciale, qui la nostra intervista), poichè la moglie è in coma a seguito di un incidente. Tra i due fratelli non corre affatto buon sangue, oltretutto Guido è convinto che Marcello non voglia far operare la moglie per poter ottenere profitti economici. Margherita, intanto, continua ad essere corteggiata dal professor Limbiati e non sa se cedere o meno alle sue lusinghe…

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.