Roberto Vecchioni e Maria De Filippi "Amici" contro lo snobismo intellettuale

Chiamalo ancora amore, quello tra Roberto Vecchioni e Maria De Filippi. Il cantautore-professore, neoinsegnante di storia della canzone italiana ad Amici, questa mattina dalle pagine del Corriere della Sera ha rivendicato la sua scelta, criticata da molti, di partecipare al talent, genere televisivo non ancora pienamente accettato nell’ambiente musicale.

Insulti su Facebook, 600 messaggi: ma dove vai? Mi hanno mandato affan… quasi tutti” ha ammesso Vecchioni, che poi ha aggiunto: “Poi almeno la metà, poco dopo, ha capito. Ho avuto coraggio e non sono per niente pentito“. Determinanti per la sua decisione sono state le molte ore di colloquio con Maria De Filippi:E’ stata intelligente, mi ha fatto capire molte cose. Pensavo fosse tutto costruito ai fini della gara, credevo che questi programmi portassero i ragazzi solo a combattere per arrivare a una vittoria di Pirro. Invece non è così: c’è attenzione e preparazione“.

Qualcosa di simile Vecchioni l’aveva già vissuto nel 2011, quando accettò di partecipare al Festival di Sanremo su richiesta dell’amico Gianni Morandi: “Tutto comincia con la mia decisione di andare a Sanremo nel 2011 e con l’idea che io non avevo niente a che fare lì. Ho capito che era una presunzione e una forma di alterigia pensare che alcune canzoni sono per pochi e altre per molti“. In quell’occasione mise a tacere le malelingue con un’indiscutibile vittoria; oggi è tornato a scagliarsi contro gli intellettuali snob che continuano a criticarlo per la sue scelte televisive degli ultimi anni: “Questa snoberia è il pericolo più grave dell’intellettualismo, una sconfitta dell’intelligenza“.

[adsense]

Prontamente è intervenuta sulla questione Maria De Filippi, nell’ultimo mese sempre più social viste le numerose incursioni sul Facebook della trasmissione. Sul profilo di Amici la conduttrice ha scritto: “La snoberia di cui parla Vecchioni appartiene sempre agli stessi. A chi non riesce ad avere successo e allora trova in quello che fa, l’alibi della qualità“. La De Filippi ha poi aggiunto duramente: “A chi si è costruito una piccola nicchia di persone che parlano sempre delle stesse cose, invitando sempre le stesse persone, così da dare l’immagine di una realtà che a loro piace ma che non è reale. A chi finge di scrivere per onestà intellettuale in continuazione articoli su argomenti che magari non gli interessano, ma lo fa cercando di convincerti che fa figo saperne. E poi però scopri che dietro a tutto questo ci sono solo interessi economici non dichiarati perché questo non fa certo parte dell’essere intellettuale“. La madrina di Amici ha poi voluto specificare: “Nel titolo dell’articolo il colpevole però sembra il web. Il web non è il colpevole. Il web è libero, è tutto e il contrario di tutto, è un insieme di inni e di proteste di tutti i tipi, di destra, di sinistra, di centro. E quindi puoi trovare chi dice male di Vecchioni ad Amici e chi dice bene”.

Infine, dopo l’ampia digressione sull’argomento, la De Filippi ha espresso tutta la sua stima per Vecchioni, come mai aveva fatto prima: “Il maestro Vecchioni è ad Amici da un po’ di tempo. Non mi sono espressa prima sulla sua partecipazione al programma perché in linea di massima non mi piace mettermi da sola le medaglie o dire cose tipo guardate che meraviglia le sue lezioni. Lo spio dai monitor, vedo i ragazzi commuoversi quando lui parla e io per prima scopro piano piano cosa vuol dire davvero scrivere una canzone“. Eh sì, possiamo chiamarlo ancora amore.

Giulio Oliani

Blogger professionista e da sempre appassionato esperto di telecomunicazioni, serie tv e soap opera. Giuseppe Ino è redattore freelance per diversi siti web verticali. Ha fondato teleblog.it, tivoo.it, mondotelefono.it, maglifestyle.it Ha collaborato tra gli altri anche con UpGo.news nella creazione di post e analisi. Collabora con la web radio Radiostonata.com nel programma quotidiano #AscoltiTv in diretta da lunedi a venerdi dalle 10 alle 11.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.