Fiction: “Tutta la musica del cuore”: il regista Ambrogio Lo Giudice parla della serie

Fiction: “Tutta la musica del cuore”: il regista Ambrogio Lo Giudice parla della serie

Sembra aver trovato un buon riscontro la nuova fiction di RaiUnoTutta la musica del cuore“, serie televisiva in sei puntate con Francesca Cavallin e Johannes Brandrup che racconta le vicende che si svolgono all’interno di un piccolo Conservatorio pugliese, su cui gravano mille difficoltà e problemi (vedi qui la preview della fiction).

Nel corso di un’intervista a Rai.tv, il regista Ambrogio Lo Giudice ha spiegato di essersi trovato molto bene nel lavorare in questa fiction, anche perchè quello della musica è un mondo che gli appartiene:

[adsense]

“Diciamo che io vengo dalla musica, perchè ho fatto il musicista, ho fatto tanti videoclip, per cui quando mi hanno offerto questa fiction ero chiaramente felicissimo perchè entravo in un mondo che in qualche modo mi apparteneva. Chiaramente di musica classica ne sapevo come la media delle persone, per cui mi sono dovuto informare, mi sono ascoltato un sacco di musica, e diciamo che ho scoperto un mondo che conoscevo pochissimo. La cosa meravigliosa è stata incontrare questi ragazzi che hanno questa voglia pazzesca di imparare, di suonare e di crescere, per cui scoprire che c’è una gioventù che in qualche modo andrebbe aiutata, andrebbe incoraggiata, perchè c’è una gioventù che ha voglia di crescere e di far crescere questo Paese. Per cui spero che questa fiction serva a far capire questa cosa…”

La fiction è stata girata a Monopoli, una cittadina in provincia di Bari, per cui il regista ha spiegato che si è rivelata un’ottima scelta:

“Abbiamo girato a Monopoli, che è una cittadina in provincia di Bari, bellissima, dove c’è il mare, dove si mangia benissimo, dove c’è un’aria fantastica, ormai eravamo diventati cittadini onorari di Monopoli perchè ci conoscevano tutti, siamo stati quattro mesi lì ed eravamo diventati amici della popolazione. La scelta è stata ottima, diciamo che è stata scelta Monopoli perchè a Monopoli c’è un Conservatorio, per cui questo ci ha permesso di trovare un bacino di utenza di ragazzi che sono riusciti a girare e che potevano fare le prove. Certo, abbiamo rimesso apposto tutto un palazzo che era disfatto, mi hanno detto che il questo palazzo quando siamo andati via noi è tornato ad essere fatiscente e questo mi dispiace molto. Però diciamo che l’esperienza pugliese è stata bellissima…”

Il regista, poi, ha spiegato quale sia, secondo lui, il messaggio più significativo che questa fiction vuole trasmettere ai telespettatori:

“Il messaggio più significativo sicuramente è quello che con la forza di volontà e se si riesce a coinvolgere le persone tutti insieme si riesce a cambiare le cose. E’ molto difficile, ci vuole anche qualcuno con la testa dura, come c’è in questa fiction, e sopratutto ci vogliono i giovani, ci vuole la nuova generazione, la nuova generazione che si spera un giorno ci aiuterà a cambiare le cose…”

[adsense]

Infine, parlando del rapporto con gli altri attori durante il periodo di riprese, Ambrogio Lo Giudice ha concluso dicendo:

“Alcuni attori li conoscevo già, ci avevo già lavorato, tipo Lucrezia (Lante della Rovere, ndr), con gli altri è stata un’esperienza molto bella, io poi mi trovo sempre molto bene con gli attori, riesco fortunatamente ad avere sempre un buon feeling. E poi c’erano questi ragazzi che praticamente non recitavano, facevano loro stessi, per cui era bellissimo. Poi loro stavano tutti nello stesso posto, nello stesso albergo, si divertivano, uscivano insieme la sera, si era creato proprio un gruppo eterogeneo insomma. E’ stata un’esperienza molto significativa dal punto di vista umano, nel senso che eravamo tutti molto amici. Spero che questo si veda anche sulla proiezione, sulla fiction…”

Al solito, intanto, vi ricordo che per tutte le altre notizie, curiosità, anticipazioni, riassunti e video streaming Rai della fiction “Tutta la musica del cuore” potete sfigliare l’apposita categoria che trovate sul nostro sito, oppure cliccando anche qui.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.