“Distretto di polizia 11”: anticipazioni quindicesima ed ultima puntata del 15 Gennaio

“Distretto di polizia 11”: anticipazioni quindicesima ed ultima puntata del 15 Gennaio

Prosegue con bassi ascolti l’undicesima serie di “Distretto di polizia“, che nella quattordicesima puntata andata in onda domenica 8 Gennaio ha ottenuto 2.934.000 spettatori (10,19% di share) nel primo episodio intitolato “Pregiudizi e brave persone“, e 2.746.000 di spettatori (11,31% di share) nel secondo episodio intitolato “Il figlio sbagliato“. Per leggere il riassunto della puntata potete cliccare qui.

[adsense]

Vi ricordo che la quindicesima ed ultima puntata della fiction andrà in onda domenica 15 Gennaio, sempre in prima serata su Canale 5.

Ma cosa succederà nella quindicesima puntata? Per gli amanti degli spoiler ecco un estratto di quello che succederà nel corso della quindicesima puntata, composta dai due episodi “Il grano e la pula – Parte 1“ e “Il grano e la pula – Parte 2“.

“Distretto di polizia 11”: Anticipazioni episodi 11×25 e 11×26 “Il grano e la pula”.

Leonardo Brandi (Andrea Renzi) ormai è sempre più coinvinto che Antonio Corallo (Tommaso Ragno) non sia partito e che in realtà sia rimasto a Roma, probabilmente nascosto tra i senzatetto. Proprio per tal ragione, Brandi manda Esposito (Dino Abbrescia) sul posto per indagare.

Nel mentre, Corallo manda avanti il suo piano e, pertanto, servendosi di Mara Fermi (Miriam Leone) riesce a recuperare il suo denaro. Oltretutto Corallo ordina a Mara di convincere Valentina (Valentina Cervi) a prendersi la sua parte del denaro, sicuro che la donna ne parlerà con Brandi.

[adsense]

Quest’ultimo, però, è furbo e ha capito le intenzioni di Corallo, ma decide di rischiare, insieme a Valentina, il tutto e per tutto pur di catturare il criminale, quindi decide di stare al suo gioco.

Ma Brandi non ha fatto bene i conti con chi ha davanti, infatti Corallo ha deciso di colpire Brandi usando i suoi familiari, per vendicare la morte del figlio…

Comments

No comments yet. Why don’t you start the discussion?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.