Series Rewind: “Il Sangue e la Rosa”: riassunto e video della seconda puntata

Nuovo appuntamento con la nostra rubrica “Series Rewind” che, vi ricordo, vi permette di vedere una fiction che vi siete persi o che semplicemente avete voglia di rivedere.

Proseguiamo con la seconda puntata della fiction “Il Sangue e la Rosa“, di cui qui di seguito vi riportiamo il riassunto e i video.

Il Sangue e la Rosa: Seconda puntata.

Isabella (Isabella Orsini) è stata rapita dai due uomini che non sembrano avere buone intenzioni con lei: il Colonello Kruger (Franco Castellano), infatti, ha intenzione di organizzare una serata dove la ragazza, bendata, dovrà essere strupata a turno da ognuno egli uomini. A nulla servono le oppozioni della ragazza.

Caso vuole che anche Rocco (Gabriel Garko) è destinato ad andare lì, per rubare insieme a due uomini di Cesarone (Gaetano Amato) il bottino del Colonello, ma vedendo Isabella riesce a salvarla giusto in tempo.

Rocco e il Colonello iniziano così a darsele si brutto, fin quando il primo, insieme ad Isabella, riesce a scappare e a rubargli il bottino.

Il Colonello, infuriato per ciò che è successo, non non ha intenzione di arrendersi, quindi decide di parlare con Cesarone per dirgli che in cambio dei soldi di cui lui ha bisogno, vuole morti i suoi due uomini e Rocco, se non lo farà dirà a tutti che è una spia della polizia.

Isabella lascia Rocco per andare da Giulio (Mirko Petrini), i due così si danno l’addio dato che Rocco ha deciso di partire per le Americhe a realizzare i propri sogni.

Quando bussa a casa di Giulio non viene nessuno ad aprire, ma la ragazza vedendo la porta aperta decide comunque di entrare. Camilla (Martine Brochard) pensa che sia uno dei creditori, ma ecco che Giulio riconosce Isabella e, dopo averla abbracciata e dopo aver aver scoperto che entrambi non avevano ricevuto le proprie lettere, la presenta alla madre come Luisella, la nuova cameriera di paese che non le costerà nulla perchè mandata dal barone Forleis (Gerardo Amato) venuto a conoscenza della loro situazione economica.

La contessa Lucrezia (Virna Lisi), intanto, va da Giovanni (Maurizio Mattioli) presentandosi come la madre di Ines, venuta a conoscenza solo qualche giorno fa dell’esistenza di sua nipote tramite una lettera del Conte Damiani che è morto.

Giovanni la accoglie in casa mostrandole la camera della ragazza e chiedendole se può essere lui a raccontare la verità a Isabella, che per lui rimane sempre sua figlia. La donna accetta, dicendole che il suo bisogno più grande è quello di poter vedere e abbracciare sua nipote.

Ma a quanto pare non è l’unica a cercare la ragazza: Ortensia (Alessandra Martines), infatti, vorrebbe uccidere la figlia illegittima del suo defunto marito in modo che non prenda il suo patrimonio. Decide così di mandare un biglietto alla Contessa Lucrezia in cui le chiede di poterla incontrare il giorno seguente.

Giulio e Isabella, approfittando di essere rimasti soli in casa, si baciano appassionatamente, ma l’uomo dice di non poter fare l’amore con lei perchè intende rispettarla e aspettare quindi che diventi prima sua moglie. La donna è felicissima a tali parole, ma il volto di Giulio è preoccupato: il ragazzo le confida infatti che prima deve fare una cosa, dopo aver scoperto che dietro la morte del padre c’è il Cardinale Rospigliosi (Giancarlo Giannini) perchè lui era un rivoluzionario.

Poi le mostra un uomo che sta sempre sotto casa sua e lo segue continuamente da due giorni, e chiede alla ragazza di aiutarlo a scoprire chi è: dopo una messa in scena, scopre che in realtà l’uomo era stato inviato dal dottor Achille Gandolfini (Alberto Molinari) per accertarsi che il ragazzo fosse realmente il figlio del Conte Mancini (Franco Nero).

Rocco riceve la visita di una donna, lui crede che si tratti di Isabella ma trova invece la moglie di Cesarone che lo mette in guardia dicendogli che l’uomo ha intenzione di trovare la refurtiva per poi ucciderlo. Rocco è perplesso, ma la ragazza gli sta dicendo quelle cose, tradendo così il martito, perchè lui la picchia.

Ortensia si reca dalla Contessa Lucrezia dicendole, falsamente, che intende dividere il patrimonio lasciato dal marito con sua nipote e le chiede quindi dove può triovarla. La Contessa le risponde che a breve dovrebbe recarsi nella sua casa, ma ecco che arriva Giovanni disperato e senza la figlia dopo aver scoperto che la ragazza non è mai arrivata al convento. Ortensia propone così di iniziare le ricerche, scoprendo che la ragazza è uguale alla madre Ines raffigurata in un bel ritratto della Contessa.

Alla taverna si presentano i poliziotti, chiamati da Cesarone, intenzionati a prendere i i complici di Rocco. Uno dei due, Renato, viene ucciso mentre tenta la fuga, l’altro invece viene giustiziato con la ghigliottina.

All’esecuzione assistono anche Giulio e Isabella che cerca di scappare, ma viene riconoscita dal Colonello Kruger che dà l’ordine di fermare la ragazza, che riesce ugualmente a fuggire.

Giulio, accompagnato da Isabella, va alla riunione dei carbonari che si tiene a casa del dottore e inizia a dire di voler vendicare la morte del padre: bisogna quindi scoprire chi sia la “sfinge rossa”. Si sente poi un rumore che ferma la discussione: sembra causato da un gatto ma in realtà, dietro un muro ad ascoltare, ci sta Tavarelli, “il castrato”, voce bianca più famosa di Roma e amante del dottore.

In realtà si scopre che Tavarelli conosce la vera identità della “sfinge rossa”, infatti viene ordinato dal Cardinale, a cui sembra mostrare molta fedeltà, di mandargli una lettera da parte sua.

Rocco, prima di partire, va a salutare la famiglia con cui passa una bellissima serata, regalando poi alla madre del denaro per farle comprare un pezzo di terra e farla diventare così padrona della propria vita.

Rocco incontra poi di nuovo Romoletto, un bimbo orfano costretto a fare l’elemosina sotto il comando di Cesarone, e parla con lui dei suoi genitori: il padre aveva sposato una “puttana”, ma quando lei si era ammalata lui pregava sempre dicendo “ci devi pigliare tutti e due perchè io la donna mia non la lascio”. A queste ultime parole Rocco capisce che è lo stesso anche per lui e va alla ricerca della “donna sua”.

Trova però Isabella con Giulio che scappano via di notte e, insospettito, li segue. I due stanno andando in giro ad appandere cartelli rivoluzionari dove viene rivendicato il conte Mancini, ma ecco che vengono scoperti dalla polizia. I due vengono però salvati da Rocco e insieme scappano.

Il Colonello Kruger però li vede e durante la loro fuga li blocca senza lasciar loro nessuna via di scampo.

httpv://www.youtube.com/watch?v=LPVv0Mido48

httpv://www.youtube.com/watch?v=u-aIgDLOYJg

httpv://www.youtube.com/watch?v=P_EMCQMifuE

httpv://www.youtube.com/watch?v=b1w3wDoE0e4

httpv://www.youtube.com/watch?v=SggckSfyLpU

httpv://www.youtube.com/watch?v=yHgHhYAhsWw

httpv://www.youtube.com/watch?v=wxB82uIB2lA

httpv://www.youtube.com/watch?v=Eo8MiXnZfu8

httpv://www.youtube.com/watch?v=guXV07itr1k

httpv://www.youtube.com/watch?v=tIuLt3qCTSY

Commenta questo articolo

loading...