Series Rewind: “Il Sangue e la Rosa”: riassunto e video della prima puntata

Continua l’appuntamento con la nostra rubrica “Series Rewind” che, vi ricordo, vi permette di vedere una fiction che vi siete persi o che semplicemente avete voglia di rivedere.

Da oggi vi riproponiamo una miniserie in quattro puntate andata in onda su Canale 5 per la prima volta nel 2008 e reduce di grande successo, da superare il 29% di share in ogni puntata: “Il Sangue e la Rosa“.

Cominciamo con la prima puntata, di cui qui di seguito vi riportiamo il riassunto e i video.

Il Sangue e la Rosa: Prima puntata.

La fiction è ambientata nel 1800 a Cave, un paesino del Lazio, e vede protagonisti tre ragazzi: Isabella (Isabella Orsini), figlia di un locandiere, Rocco (Gabriel Garko), un operaio, e Giulio (Mirko Petrini), giunto a Cave insieme alla madre Camilla (Martine Brochard) dopo la misteriosa morte del padre, il conte Uberto Mancini (Franco Nero), e ospiti presso il barone Andrea Forleis (Gerardo Amato), padrino del ragazzo, e la moglie Barbara (Ornella Muti).

Isabella è una “ragazza moderna” che non crede nel matrimonio, e che non sa di chi dei suoi due uomini un giorno si innamorerà: Rocco (il “Sangue” del titolo), operaio violento e passionale, o Giulio ( la “Rosa” appunto), un nobile romantico e idealista. Di una cosa però sembra essere certa: che i tre rimarranno per sempre amici.

Due realtà completamente diverse che però non sembrano influire nel loro legame: Giulio, a cui il barone Forleis vorrebbe cercare un lavoro di alto rango che gli si addice, ma non a Cave, bensì nel gruppo degli ex studenti che lavora all’università bonificia “I Figli di Gesù”, e Rocco, alle prese con il padre e il fratello in un duro lavoro presso una cava di marmo che lo impiega 12 ore al giorno per guadagnare una miseria. Il ragazzo vorrebbe infatti ribellarsi per il trattamento subito ma nessuno sembra volerso ascoltare.

Una sera, durante la cena, bussano alla porta della casa di Rocco. Va ad aprire il padre che riceve la visita di alcuni operai che gli comunicano che il loro padrone ha deciso di licenziare dieci di loro, i più anziani, quindi a questo punto gli uomini decidono di attuare una rivolta. I tre ragazzi inoltre decidono, sotto consiglio di Giulio, di effettuare un furto alla Robin Hood per rubare i soldi di proprietà della cava e poterli dare a coloro che hanno perso il lavoro.

Ecco che sembra essere arrivato il giorno della scelta di Isabella: una sera infatti, nel bosco, solito luogo di incontro dei tre ragazzi, ci sono una serie di lucciole e la ragazza dice ai due che chi riuscirà a prenderne una meriterà un suo bacio. I due accettano, ma Rocco perde le speranze quando la ragazza incita Giulio a catturare la lucciola perchè non vuole che a vincere sia Rocco. Giulio le porta così la lucciola e la bacia sotto gli occhi del ragazzo che sembra essere colto da una forte gelosia.

Per Giulio è giunto il momento di partire, dopo essere stato accettato all’università, ma prima di lasciare Cave va da Isabella per giurarle amore eterno e per prometterle che le scriverà tutti i giorni. Isabella,dal canto suo, ricambia le parole. I due però saranno destinati a non sentirsi dato che la madre da’ l’ordine alla camieriera di non consegnare lettere al figlio, in modo da tenere lontani i due.

A lavoro il padre di Rocco muore, e il fratello da’ la colpa al ragazzo perchè il capo mastro, dopo il loro atto, per fare un dispetto a lui lo ha preso di mira facendolo faticare più degli altri. Rocco così corre subito dal capo mastro e lo incomincia a picchiare: i due se le suonano di brutto fin quando il secondo cade sbattendo la testa contro una tavola di marmo e muore.

Rocco va così da Isabella che si prende subito cura di lui medicandogli le ferite e lo aiuta a scappare, grazie ad un barcarolo, a Roma da Giulio.

Una volta a Roma, però, Rocco bussa alla casa di Giulio ma quando dice alla cameriera di essere un amico del ragazzo, lei vedendo il suo aspetto trasandato non gli crede e anzi gli chiude la porta in faccia.

Ortensia (Alessandra Martines), si prende cura del marito morente, il Conte Damiani (Brando Giorgi): lei in realtà però lo odia per averla messo in ridicolo, vent’anni prima, a causa di una sua fuga d’amore con la giovane Ines. L’unico obiettivo della donna, infatti, è il suo patrimonio. L’uomo però le dice che per lei ci sarà una spiacevole sorpresa: il conte ha infatti chiamato il notaio per far cambiare il testamento e non rendere la moglie erede universale. Una volta scoperto, Ortensia decide, insieme all’amante di uccidere il marito prima che questi possa vedere il notaio, soffocandolo con un cuscino.

Tornata a casa, la marchesa Lucrezia (Virna Lisi), riceve la lettera del Conte Damiani scoprendo la verità: la figlia Ines, durante la fuga d’amore con l’uomo, in realtà è morta per parto prematuro, e non a causa di un incidente come le era stato detto, e la figlia è stata affidata all’oste che li aveva ospitati (che si rivela essere lo stesso Giovanni) e a cui era nata da sua moglie (morta anche lei prematuramente) una figlia morta che è stata sepolta insieme a Ines.

Giulio scopre che dietro la morte del padre c’è il Cardinale Rospigliosi (Giancarlo Giannini). Nel frattempo Isabella riesce a convincere il padre Giovanni (Maurizio Mattioli) ad andare a Roma per poter completare i suoi studi e raggiungere così anche il suo amato. Una volta a Roma però, la ragazza bussa a casa di Giulio, ma le viene riferito che il ragazzo non è in casa. Girovagando allora alla ricerca del convento, la ragazza si perde di notte nelle vie della città. Aiutata da due uomini, la ragazza sale nella loro carrozza, ma i due non sembrano avere buone intenzioni con lei.

httpv://www.youtube.com/watch?v=9I6EfyF-ijg

httpv://www.youtube.com/watch?v=4bWMwEv8QzY

httpv://www.youtube.com/watch?v=1Ry231wbTiE

httpv://www.youtube.com/watch?v=ihiE-OL6gLo

httpv://www.youtube.com/watch?v=MNFQp8EEmrw

httpv://www.youtube.com/watch?v=SkUg5oYHyus

httpv://www.youtube.com/watch?v=Gay6KiDNHKw

httpv://www.youtube.com/watch?v=GRfn2QUvJWk

httpv://www.youtube.com/watch?v=7slVmN4PKfs

httpv://www.youtube.com/watch?v=gEmiFzFyEM0

Commenta questo articolo

loading...