Series Rewind: “O’ Professore”: riassunto e video della seconda ed ultima puntata

Eccoci di nuovo qui con la nostra rubrica “Series Rewind” che vi permette di vedere una fiction che vi siete persi o che semplicemente avete voglia di rivedere.

Abbiamo cominciato con la prima puntata della fiction di Canale 5O’ Professore” (qui l’articolo), quindi oggi vi riproponiamo il riassunto e i video della seconda ed ultima puntata di questa miniserie tv.

Nella seconda puntata, il professor Filodomini (Sergio Castellitto) decide di portare i suoi ragazzi al castello aragonese, ma c’è una cosa che attendono di più i ragazzi: il tuffo in mare.

Gennaro (Raffaele Vassallo), capisce di essere omosessuale e di provare qualche sentimento per Nino (Umberto Nesi), che però sembra avere occhi solo per Lena (Rossella Verde).

Manuela (Luisa Ranieri) comunica a Pietro che Anna (Martina Mirto) è incinta di tre mesi, di Tonino o’ Faticatore, un ragazzo più grande di lei con cui la ragazza non sa se vorrebbe stare insieme.

Dopo aver allora parlato con il ragazzo, che sembra avergli fatto una bella impressione, Pietro va a parlare con Anna che gli dice che non vuole tenere il bambino perchè non può mantenerlo, decidendo di darlo in adozione appena nato. Il prof, dal canto suo, cerca di farla ragionare dicendole che il bambino non è come un pacco che può rispedire indietro a suo piacimento.

Pietro scopre che Nino viene pagato per fare incontri di pugilato clandestini e se la prende severamente con lui rimproverandolo del fatto che la sua intenzione era quella di farlo iscrivere alla box perchè lo riteneva il metodo più giusto per farlo sfogare dalle sofferenze che teneva addosso, ma non per farlo partecipare a certi tipi di incontri che vedono solo il sangue. Il ragazzo però chiede scusa, promettendo di non andarci più qualora lo avessero ricontattato.

Filodomini scopre, grazie a Nino, che Davidello (Gennaro Mirto) ha comprato una pistola perchè dice che “deve fare una strage”.

Pietro così corre subito alla ricerca di Davidello che nel frattempo, dopo aver sentito in una telefonata che o’ Pescecane (Peppe Lanzetta) ha chiesto di nuovo alla madre Ornella (Donatella Finocchiaro) di andare da lui, si è recato anche lui a casa sua puntandogli la pistola ma senza avere il coraggio di ucciderlo e anzi si fa prendere la pistola dall’uomo che lo paragona a suo padre, che lo ritiene una nullità e poi lo caccia di casa.

Davidello, allora, in preda alla rabbia, corre con la moto urlando, ma all’improvviso si schianta contro un’autobus. Il ragazzo purtroppo non sopravvive all’incidente.

I ragazzi così, a scuola fanno un discorso sull’inutilità della scuola, sulla gente che pensa solo a sfotterli, a venderli, che la vita è solo “culo”, che loro non hanno colpa di dove e con chi vivono. Ma vengono interrotti severamente dal prof che dice loro di non venire più a scuola se è quello che vogliono, ma gli chiede solo di seguirlo per l’ultima volta il giorno dopo.

Porta così i ragazzi al suo processo, dove lui confessa che la notte della morte di Pasquale, Alberto (Antonio Catania) non era solo, ma che c’era anche lui a preparare le bottiglie inciendiarie. Il loro obiettivo però era quello di distruggere il carico di eroina, non sapevano che quella notte Pasquale stesse dormendo lì dato che non lo aveva mai fatto prima.

L’insegnante fa poi un discorso su Platone e precisamente sul mito della caverna, facendo riferimento ai suoi ragazzi che lo stanno ascoltando: “quando sei lì in un angolo tutte le ombre che vedi le prendi per verità assolute, ma poi sono arrivati loro che sono riusciti a tirarmi fuori dal buio”. Tutto questo per far capire che nonostante i fallimenti si può cambiare.

Anna partorisce e Pietro si reca da lei. Poi le porta il bambino, che per la legge la ragazza non potrebbe vedere avendo deciso di lasciarlo ad un’altra famiglia, ma ecco che si presenta anche Tonino o’ Faticatore con un bel mazzo di rose. La ragazza decide di tenere il bambino.

Il tempo passa ed ecco che arrivano anche gli esami di terza media. La prova scritta di italiano prevede di scrivere una lettera a qualcuno.

Durante la prova di matematica i ragazzi  vengono aiutati dal prof che passando tra i banchi fa copiare loro la soluzione del problema del compito che lui ha scritto sulla mano.

L’inglese invece si risolve grazie ai suggerimenti che cercano di dare i prof. Sempre lo stesso giorno però, Pietro scopre che Nino la sera stessa avrà un altro incontro clandestino in cui verranno scommesse delle somme alte.

Pietro così, grazie a Gennaro, scopre dove si svolge l’incontro e una volta lì cerca di persuadere il ragazzo, diventato ormai oggetto di scommessa di o’Pescatore, invogliandolo a fare la cosa migliore: perdere quella sera. Il ragazzo dapprima si mostra molto perplesso e contrario alla cosa ma dopo ascolta le parole del prof.

Nino si presenta a scuola un pò malridotto dopo l’incontro della sera precedente e quando Lena lo vede lo accarezza e per la prima volta parla, dicendogli con fatica “Chi è stato?”.

La commissione vorrebbe bocciare Gennaro, perchè il suo esame è stato un disastro e nella prova scritta è andato fuori tema scrivendo sottoforma di diario, ma il prof cerca di dissuaderli facendogli capire che anche il diario può essere visto come una sorta di lunga lettera a sè stesso dato che il ragazzo non ha nessuno a cui poter scrivere.

La commissione, inoltre, vuole anche bocciare Anna per aver presentato il compito in bianco. A nulla serve il tentativo di Pietro di far leggere il romanzo alla commissione che sostiene che anche se il romanzo fosse da 10, la scuola è fatta di regole.

Il professore viene portato via dalla polizia che ha paura della vita che potrà avere in carcere, ma la moglie lo incoraggia dicendogli che sicuramente anche lì troverà qualcuno a cui dover insegnare qualcosa. Poi saluta commosso i suoi ragazzi che lo ringraziano per tutto quello che ha fatto per loro.

La puntata si conclude con delle righe scritte da Anna che parla di una Napoli ambientata nel futuro: “Quello che aveva dato ai ragazzi era il coraggio di lottare contro l’armata vesuviana del passato, il suo tempo preferito era il futuro, d’ora in poi sarebbe stato anche il loro. SARA’.”

httpv://www.youtube.com/watch?v=InAkYoBemk4

httpv://www.youtube.com/watch?v=HoaWr0ZAoXg

httpv://www.youtube.com/watch?v=utjZ0bft94k

httpv://www.youtube.com/watch?v=e4ZpMIorW5g

httpv://www.youtube.com/watch?v=E5Uplw4fV4A&feature=related

httpv://www.youtube.com/watch?v=ZqjOnGEhcQI

httpv://www.youtube.com/watch?v=ArtF6AO7quA

httpv://www.youtube.com/watch?v=C3ag8nS_Ijw

httpv://www.youtube.com/watch?v=h09EpY2ttI4

httpv://www.youtube.com/watch?v=0JoFUj2qjuI

Commenta questo articolo

loading...