Centovetrine riassunto puntata 2138 del 17 maggio: La ferita

Cecilia (Linda Collini) è ancora molto giù per la questione di Zeno (Massimiliano Vado), ma nè l’ insistenza della madre a riprendere in mano la sua vita e nè quella della sorella sembrano tirarla sù. Ma alla fine Serena (Sara Zanier) riesce a convincerla di rivolgersi ad uno specialista, ma anche questo incontro finisce male, Cecilia è restia a parlare delle sue emozioni e consegna allo psichiatra il suo diario, può leggere lì le sue cose più intime, ma lui rifiuta e va via lasciandole il suo biglietto da visita e invitandola ad usarlo quando si sentirà pronta.

Niccolò (Raffaello Balzo) è pensieroso riguardo alla risposta di suo cugino, quindi si prepara per uscire e andare in ufficio insieme alla sua Paola (Claudia Alfonso). Mentre quest’ ultima racconta tutto sulla loro storia a sua madre, Niccolò riceve il no di Jacopo (Alex Belli). Ma proprio in quel momento arriva il “cattivo” zio di Pilar (Lucia Loffredo) che porta al giovane Castelli la richiesta di bancarotta presentata al giudice, presto tutti i bene della famiglia saranno dei Kempes.

Ettore (Roberto Alpi) sta tentando di mettersi in contatto con Carol (Marianna De Micheli) e con i dottori del progetto, ma non riesce a rintracciare nessuno.

In Sud America, Adriano (Luca Capuano) riporta Carol nella grotta, la fa adagiare a terra e cerca di pulire e controllare la ferita. Purtroppo sembra non esserci via d’uscita, un’intervento è troppo rischioso, ma uscire per andare in ospedale lo è altrettanto e Carol potrebbe non farcela.

clicca qui

Commenta questo articolo

loading...