The Mentalist, trama ultimi due episodi della seconda stagione

Ultimo appuntamento ieri sera su Italia Uno con la seconda stagione di The Mentalist che da domani sarà sostituita da Stand Off.

Nell’ episodio 2×22 “Una vecchia fiamma… rossa“: Un uomo viene trovato morto proprio poco prima di partecipare ad una conferenza sui diritti umani in cui avrebbe parlato di una tratta di schiavi e la Polizia locale chiede aiuto alla sensitiva, nostra vecchia conoscenza, Kristina Frye, per risolvere il caso. La donna partecipa alle indagini insieme al CBI che arriva a scoprire che l’ uomo non solo veniva tradito dalla moglie ma che anche lui, a sua volta, aveva altre donne.

In particolare, la sera in cui morì incontrò una donna o meglio due, una delle quali era sua figlia e l’ altra ha fatto finta di esserlo. Jane (Simon Baker) organizza una seduta spiritica con Kristina e sospettati e quest’ ultima avvisa tutti che l’assassino è fra loro e che il suo sangue sarà presto versato ma Jane ci mette del suo facendo spaventare Bigelow, l’ assistente della vittima nonchè colpevole dell’ omicidio. L’ uomo aveva saputo che Brava aveva una figlia e quella sera gli fece incontrare una prostituta con cui ha fatto sesso e in seguito la spacciò per sua figlia Carmen per ricattarlo ma quando la vera figlia si fece viva  lui lo uccise per coprire il suo ricatto. Alla chiusura del caso Jane si fà avanti invitando Kristina a cena.

Nell’ episodio 2×23 “Risvegli in rosso“:  Patrick Jane e Kristina sono a cena mentre Van Pelt in ufficio riceve un video da quello che sembra essere John il Rosso in cui si vede un omicidio. Van Pelt avvisa il consulente che arriva in ufficio con la sensitiva e quando il corpo della ragazza viene trovato tutti raggiungono il luogo. Jane capisce subito che non si tratta di John il Rosso ma di un mitomane.

Il CBI interrogano la ragazza, nonchè compagna di stanza della vittima, che ha ritrovato il corpo, e il suo ragazzo che raccontano che la vittima aveva un fidanzato che loro non hanno mai visto però. Secondo loro si tratta di un poliziotto di nome Grady Ship, in realtà il nome di un assassino amico di John. Presto Jane capisce che dietro tutto c’è qualcuno che ama il cinema e quando le indagini si spostano su Wesley Blankfein il caso sembra risolto.

I ragazzi si mettono alla ricerca del giovane e di sua madre che sembrano spariti nel nulla mentre Jane, rimasto in ufficio dopo aver scoperto la sparizione di Kristina forse per mano di John, ha un lampo di genio. Il consulente raggiunge il luogo presente in una delle foto trovate a casa di Wesley ma finisce nelle mani del ragazzo…e non solo. Jane si risveglia legato ad una sedia con davanti Wesley che è pronto al sacrificio finale ma si accorge che non sono soli e che qualcuno sta riprendendo tutto con la telecamera… si tratta di Ruth e Dillon che vogliono girare un film su John il Rosso e che hanno rapito la madre di Wesley per costringerlo a fare quello che gli chiedevano.

Quando le cose sembrano ormai precipitare ecco arrivare qualcuno. Tre colpi di pistola verso i tre ragazzi. Poi il silenzio. John il Rosso uccide la coppia di ragazzi e lascia in vita Wesley e Jane ma prima di andare via recita dei versi di una poesia su cui Patrick rifletterà senza dire niente a Lisbon (Robin Tunney).

Per sapere cosa è successo nel primo episodio della terza stagione CLICCATE QUI.

Commenta questo articolo

loading...