Criminal Minds – Suspect Behavior, spoiler dig: episodio 1×11 Vite randagie del 29 luglio

Criminal Minds – Suspect Behavior: riassunto episodio 1×11 Vite randagie (Strays) del 29 luglio:

Erin Phelps, una ragazza di 21 anni figlia di un giudice scompare misteriosamente, la Red Cell viene chiamata ad intervenire per scoprire cosa è accaduto alla ragazza, la squadra si reca sul posto dove si trova l’auto abbandonata della ragazza, dai primi rilevamenti sembra che sia stata trascinata fuori con la forza dal posto di guida, Erin in compagnia di un’amica che invece non è stata presa, nelle vicinanze viene ritrovato un cadavere femminile con diverse coltellate e bruciature di sigaretta, da un primo profilo sembra che l’SI possa essere un sadico sessuale, asociale e che forse agisce con un complice.

I due SI corrispondono a Thalia Carp che agisce per attirare le giovani ragazze che poi finiscono nelle mani di un certo Thomas Page un aggressore sessuale già schedato che abita nelle vicinanze dei rapimenti, Profeta (Micheal Kelly) e Gina (Beau Garrett) raggiungono la casa di Page e capiscono che si tratta di un nascondiglio per un vero e proprio traffico per un giro di prostituzione, prima Thalia attira le vittime, poi Thomas le usa per abusarne sessualmente e infine le cede a Stefan Luca uno spacciatore di droga che poi le rivende per un giro di prostituzione.

Beth (Janeane Garofalo) ha in confronto con Stefan Luca che minaccia con una pistola alla testa Erin ma lei riesce a sparargli uccidendolo.

Commenta questo articolo

loading...

Blogger, articolista. Sono un appassionato di televisione in genere con maggiore attenzione alle serie tv soprattutto americane. Scrivo praticamente da sempre prima cominciando con racconti brevi thriller e horror. Oggi scrivere è una passione ma anche un lavoro a tempo pieno. Mi occupo anche di attualità, green e lifestyle. Sono un appassionato di lettura, cinema e adoro in modo sconfinato i gatti.
https://magseriestv.wixsite.com/giuseppeino