“Ghost Whisperer”: terza stagione: trama episodio 3×04: “Ossessione” (No Safe Place)

Proseguono su Rai Due le repliche della terza stagione di “Ghost Whisperer“. Qui di seguito ecco il riassunto del quarto episodio.

“Ghost Whisperer”: Episodio 3×04 “Ossessione”.

Melinda (Jennifer Love Hewitt) incontra Shane (Josh Hopkins), un uomo che crede di essere perseguitato dallo spirito di Colleen (Sarah Utterback), una ragazza con problemi mentali che in vita lo molestava in quanto aveva sempre creduto che lui fosse il suo ragazzo, come del resto aveva sempre sognato, o almeno così pare.

Melinda è intenzionata a scoprire qualcosa sul conto di Colleen e difatti non solo scopre che la ragazza è morta cadendo dalle scale, ma scopre anche che in realtà il molestatore era proprio Shane!

Riuscendo ad avere un contatto con Colleen, Melinda scopre che Shane aveva reso la sua vita un vero e proprio inferno, togliendole tutto ciò che aveva di più caro, compresi gli affeti familiari, in modo che restasse da sola, o meglio che le rimanesse solo lui. Adesso lei lo perseguita perchè vuole fargli passare tutto quello che lei ha passato a causa sua.

Nel frattempo Shane sviluppa una sorta di ossessione nei confronti di Melinda, che a sua volta si rende conto delle intenzioni dell’uomo e gli intima di starle alla larga.

Ma la cosa preoccupa parecchio Colleen che vede ripetersi la stessa storia ma con Melinda, terrorizzata dai continui atteggiamenti morbosi di Shane, ma per fortuna c’è il marito Jim (David Conrad) sempre pronto a proteggerla.

Melinda crede che per liberarsi di Shane bisogna incastrarlo, quindi con l’aiuto di Colleen riesce ad infiltrarsi nell’ufficio dell’uomo e a copiare tutti i file e a trovare le prove che lo incriminano di molestia e che la Gordon manda anonimamente a tutti i suoi amici e colleghi in modo che si rendano conto di chi sia lui veramente: adesso la polizia lo incastrerà e anche lui rimarrà solo e senza niente come voleva fossero le sue “vittime”.

Grazie a ciò, Colleen ricorda cosa era successo la notte in cui era morta e riesce a passare oltre, ma prima chiede a Melinda di poter parlare con l’agente David Campbell (Dash Mihok), l’unico che Shane non era riuscito ad allontanare da lei e che l’aveva sempre protetta: tra i due, infatti, si stava per creare un’intesa che andava oltre il semplice rapporto professionale e Colleen approfitta del momento per dirgli, tramite Melinda, quello che non era riuscita a dirgli.

httpv://www.youtube.com/watch?v=oWaxRmOKiVo&feature=player_embedded

Per Melinda sembra essere tornata la serenità, ma ecco che incombe un altro problema: Shane, dopo l’umiliazione subita, si suicida per overdose in modo da poter restare insieme a Melinda nell’unico modo rimasto: da fantasma.

Adesso staremo insieme per sempre“, queste le parole di lui mentre si avvicina ad una terrorizzata Melinda, ma ecco che una forza misteriosa lo risucchia nella parete del seminterrato del negozio. Sarà davvero finita? E sopratutto, cosa nasconde quella parete?

Commenta questo articolo

loading...