The Mentalist, trama episodi 2×13, 2×14 e 2×15

Nuovo appuntamento con la seconda stagione di The Mentalist che stà ormai volgendo al termine.

Nell’ episodio 2×13 “Linea Rossa“: Patrick Jane (Simon Baker) e la sua squadra dovranno indagare sulla morte di Liselle Douglas. La donna viene ritrovata all’ interno di un bagagliaio di un’ auto di lusso le stesse che lei vendeva. Il marito si sente in colpa per la morte della moglie che era costretta a lavorare in quel luogo maschilista perchè lui fà il musicista e non riesce a mantenere la famiglia. Patrick capisce subito che l’ assassino è proprio all’ interno dei venditori di auto.  Kinsey, il venditore più in gamba del team, ha trovato il corpo della donna ed è stato l’ ultimo ad aver lavorato con Liselle ma non è stato lui ad ucciderla visto che è primo in classifica vendite e che Liselle era solo a metà e questo non poteva preoccuparlo.

Ma uno dei primi sospettati sembra essere anche il signor Mashburn, un imprenditore molto ricco che ama le belle donne e che per tutto l’ episodio fà il filo a Lisbon.  Ma alla fine Patrick, con un trucchetto in cui coinvolge anche Mashburn, scopre che l’ assassino è Elias, un altro agente di commercio che stava cercando di togliere di mezzo il venditore più bravo di lui,  Kinsey, avvelenando il suo pranzo. Liselle lo aveva scoperto e voleva denunciarlo e per questo l’ ha uccisa. Lisbon, venuta a consocenza della storia tra Rigsby e  Van Pelt, decide di non prendere alcun provvedimento e fare finta di niente ma i due hanno già litigato per via di un possibile trasferimento.

 Nell’ episodio 2×14 “Patto rosso sangue“: Un Cho inedito in questo episodio. Al CBI facciamo la conoscenza della sua donna e subito dopo Cho viene chiamato dalla polizia e viene avvisato della morte di un suo vecchio amico, David Seung. L’ uomo aveva chiamato spesso Cho negli ultimi giorni e per questo la polizia lo ha chiamato. Il nostro consulente non stà certo a guardare e così si precipita dietro al collega e scopre che prima di entrare in polizia Cho apparteneva alla gang Avon Park Playboy la stessa a cui apparteneva e forse apprtiene David, tornato libero dopo qualche anno in prigione. Cho è molto dispiaciuto di non aver risposto alle chiamate dell’ amico e così decide di fare di tutto a costo di scoprire cosa è successo anche se all’ inizio pensa che sia stata sicuramente colpa sua, di un suo solito colpo di testa. Alla fine dovrà ricredersi visto che David è morto non per la droga o la gang ma per una storia di soldi rubati a ricchi clienti di un’ azienda a cui aveva rubato le password e quindi poteva entrare nel loro conto.  Cho chiede scusa alla madre di Seung per non aver aiutato suo figlio e lei lo perdona.

Nell’ episodio 2×15 “Una gara rosso piccante“: Un cuoco affermato muore per avvelenamento durante una gara di cucina tra chef e toccherà al CBI e a Patrick Jane risolvere il gustoso caso. Dopo aver interrogato tutti i partecipanti della gara la squadra scopre che gli chef sono tutt’ altro che amorevoli e amichevoli ma che sono uno contro l’ altro.

Jeffrey, prima di morire, aveva litigato anche con gli organizzatori della gara e anche la sua vice-cuoca, Eliza, viene aggredita e derubata da un uomo incappucciato. In realtà si trattava del fratello di Jeff che voleva solo recuperare i soldi che doveva ad un certo Horlick. Ma alla fine neanche lui è il colpevole dell’ omicidio visto che a sorpresa, almeno nostra e non certo di Jane, si scopre che la colpevole è Eliza mossa dal fatto che il suo chef le aveva impedito di realizzare il suo sogno e di avere un’ attività tutta sua.

Commenta questo articolo

loading...