Ghost Whisperer-Presenze, trama episodio 2×12 “Il diritto di andarsene”

Ancora un “caso” per la nostra Melinda (Jessica Love Hewitt).

Nell’ episodio 2×12 “Il diritto di andarsene“: Melinda và in ospedale con Delia ma quando va via porta con sè qualcosa…o meglio qualcuno. La sensitiva ha la visione di uno spirito e di un corpo collegato a varie macchine. I primi sospetti cadono su una persona in coma in bilico tra la morte e la vita o qualcuno morto in un manicomio.

Alla fine Melinda torna in ospedale e in una stanza nota una donna al capezzale di un uomo con tanto di spirito. Melinda torna a casa sicura di aver visto quella donna su una rivista e così sfogliando vecchi giornali scopre che si tratta della famiglia Briscow e in particolare di Hugh. Il ragazzo vorrebbe che lo lasciassero andare e che staccassero quelle macchine che gli impediscono di andare via e così chiede aiuto a Melinda che così avrà modo di parlare con Jim di quello che vorrebbero loro in quella situazione.

Mentre lei desidera che la lasciassero andare lui dice di essere pronto a farsi intubare se lei fosse vicino a lui. Melinda contatta la moglie dell’ uomo che non è in buoni contatti con la famiglia ma li riunisce tutti al suo capezzale dove svela che la donna ha dato dei medicinali al figlio che lo hanno fatto finire in coma non volendo. Hugh vuole solo che i suoi familiari vadano d’ accordo e che vuole che gli siano staccate le macchine così come anche la moglie aveva riferito.

Lo spirito può passare oltre ma alla fine Melinda scopre che una frase ricorrente nei suoi incubi significa “morte di una persona cara”!

Commenta questo articolo

loading...