The Mentalist, trama episodi 2×02 e 2×03

Torna un nuovo appuntamento con la seconda stragione di The Mentalist.

Nell’ episodio 2×02 “La lettera rosso scarlatto“: Patrick (Simon Baker) e Lisbon (Robin Tunney) devono occuparsi dell’ omicidio di una giovane stagista di una senatrice di Stato. La ragazza, Kristen Marlein, viene trovata sotto un ponte priva di vita. Facendo un controllo sulla vita della vittima si scopre che lavorava da 9 mesi presso lo studio di Elliot e Melinda Betzon. Parlando con la coppia, Patrick si accorge subito che i due mentono e che tra loro non c’è un vero legame o almeno non di sesso. Il loro è solo un matrimonio di facciata, perchè?

In realtà Melinda nascondeva la sua omosessualità con questo finto matrimonio per non rovinarsi la carriera e a quanto pare lei stessa aveva una relazione con la vittima e non il marito. Ma quando Melinda scoprì che anche suo padre aveva una relazione con lei, che in realtà era una facile che andava con molti e che non ricambiava l’ amore che invece provava lei, la uccise con un ferma libri di pietra. Patrick alla fine si presenta da amico nell’ ufficio di Sam Bosco (Terry Kinney) portando delle ciambelle ma in realtà ha installato una microspia sotto la sua scrivania.

The Mentalist 2×03 “Distintivo rosso“: Questa volta a finire nei guai è Lisbon o almeno sembra. L’ agente continua ad andare dallo psicologo dopo la fine della prima stagione per lo stress causato dal trauma di aver rischiato la vita. Lo psicologo continua a farla andare da lui anche se Teresa non ha intenzione di parlare e non vorrebbe più andare e cerca anche di convincerla che c’è qualcosa che vuole dirle e che prima o poi lo farà. Teresa riceve al telefonata del CBI e deve andare via. Giunge sul luogo dell’ omicidio dove Jane capisce che il corpo della vittima è nascosto dove vanno le formiche ma quando aprono la porta ecco la strana sorpresa. Si tratta di un pedofilo che Teresa qualche anno prima ha mandato in carcere.

Teresa finisce tra i sospettati soprattutto quando non riesce a ricordare quello che ha fatto quella sera. Patrick si offre di aiutarla con l’ ipnosi e dopo una resistenza iniziale la collegga accetta. Purtroppo la seduta non funziona e così Jane capisce che c’è qualcosa che non và.

Al CBI, Teresa finge una crisi di nervi e così Patrick spinge lo psicologo a raggiungerla a casa sua. Lei si fà trovare con una bottiglia di wisky, con delle pillole e anche una pistola in mano. Lo psicologo ha davvero paura ma continua a spingere Teresa verso il baratro, o almeno pensa, dicendole dettagli dell’ omicidio e del luogo del delitto. In quel momento ecco comparire Patrick che svela l’ arcano.

Lo spicologo è stato pagato per incastrare Lisbon e la donna, in realtà, è innocente.

Commenta questo articolo

loading...