Centovetrine riassunto puntata 2102 del 25 marzo: Il ritorno

Carol (Marianna de Micheli) è molto colpita dall’ atteggiamento di Ettore (Roberto Alpi), che è cambiato come dal giorno alla notte e ora la sta trattando con disprezzo, ma lei non si ferma qua, anzi, ordina ad Eleonora (Francesca Bastone) di lasciarli da soli ed entra nella stanza, prega il suo ex fidanzato di non buttare tutto quello che hanno costruito, di tornare in sè, di ridarle fiducia e costruire tutto dall’inzio, ma lui rifiuta, a questo punto lei gli dice che l’unica cosa da cui deve proteggere suo figlio è sè stesso, il suo egoismo che lo rende cieco e cattivo. Lui tornerà a Torino per occuparsi della holding insieme ad Eleonora e non gli serve il suo consenso o il suo aiuto, farà quello che è giusto. Lei amareggiata va via, fuori dall’albergo trova la nuova rivale, che le da appuntamento a Torino.

Paola (Claudia Alfonso) racconta tutto quello che è successo a sua madre, la donna è esterrefatta dal comportamento di Federico (Luca Bastianello), ma prega la figlia di non perdere il sorriso e la fiducia verso il prossimo. Intanto Pilar (Lucia Loffredo) prepara la valigia, mentre Niccolò (Raffaello Balzo) la prega di non farlo, la ragazza ha bisogno di tempo per scoprire se può riuscire a perdonarlo e lui dovrà capire se stare con lei è veramente quello che vuole, il discorso si sposta sul tradimento, e quando Pilar capisce che non si è trattata di una semplice notte di sesso ma di qualcosa in più arriva alla conclusione che non riuscirà mai a perdonarlo.

Loro due non sono gli unici a dirsi addio, Alessia (Eleonora Di Miele) e Adriano (Luca Capuano) discutono, parlano del loro passato e del loro presente, ma lei capisce che tutto quello che c’è stato tra loro non può più tornare, il loro amore appartiene al passato, lei lo ama ma ha deciso di lasciarlo libero, detto questo va via, ma lui cerca di fermarla, è sconvolta e non può lasciarla andare via così, ma lei dice di essere pronta ad attraversare il deserto se questo vuol dire vedere il mare, e quindi deve capire che dovrà avere una vita senza di lui e per questo deve lasciarla andare, lui le accarezza il viso, ma poi capisce che questo è la cosa giusta, e la lascia andare e lei esce.

Ivan (Pietro genuardi) è in cella, sta leggendo un libro, quando arriva la guardia che porta con sè un suo nuovo “compagno”, li avvisa di non fare casini e va via, ma il nuovo arrivato attacca Ivan dandogli dell’ infame e della spia, visto che ha messo nei guai il suo complice, lui cerca di difendersi a parole, ma quando lui lo colpisce, lui si difende dandogli una testata, “non bisogna attaccare il nemico quando non si conosce!”.

Commenta questo articolo

loading...