Spoiler Sat: Criminal Minds 5×01 Senza nome, senza volto (Nameless, Faceless)

“Un uomo debole ha dubbi prima di una decisione, un uomo forte li ha dopo”. (Carl Kraus)

“Dovevi accettare il patto!!!” Una voce profonda e famigliare sorprende alle spalle l’agente Hotch (Thomas Gibson) al suo rientro a casa dopo un lungo e difficile caso e subito dopo uno sparo echeggia per lo schermo. Così si era conclusa l’ultima puntata della quarta serie, col ritorno di uno dei peggiori SI che la squadra avesse mai dovuto affrontare: il Mietitore.

All’oscuro di tutto intanto gli altri agenti del BAU vengono chiamati ad indagare su un nuovo omicidio.

Poche ore prima un uomo,  ispanico di circa 40 anni, ha aperto la porta, è stato costretto a rientrare in casa ed è stato ucciso con un colpo di pistola al torace. Pochi giorni prima un medico della zona, il dottor Barton, ha ricevuto un biglietto con cui l’autore dichiarava di voler uccidere suo figlio e che se avesse nascosto il ragazzo una persona al giorno sarebbe morta al suo posto. Il biglietto era firmato LC. Il giorno prima un’altra vittima, anch’essa ispanica, e accanto al corpo le lettere LC.

Tutto ruota attorno al dottore: bisogna interrogarlo, capire chi è l’SI e soprattutto che rapporti ha lui. Nel frattempo il figlio decide di uscire di casa e all’oscuro di tutti  si dirige a scuola.

Quando gli agenti lo scoprono si dividono: Reid (Matthew Gray Gubler) rimane col dottore per indagare su tutti i suoi pazienti, gli altri raggiungono il figlio a scuola per proteggerlo, mentre Prentiss (Paget Brewster) preoccupata per l’assenza prolungata di Hotch decide di scoprire cosa gli è successo.  Arrivata all’appartamento del suo capo,  trova la porta aperta e del sangue a terra. Hotch viene ritrovato poco dopo ricoverato in un ospedale della Virginia. E’ stato proprio lo stesso mietitore ad avercelo portato dopo averlo accoltellato più volte al torace facendo ben attenzione a non ucciderlo.

Nel frattempo Reid tramite l’analisi del biglietto e la collaborazione del dottore riesce ad individuare il vero killer.

Qualche mese prima due vittime coinvolte in un grave incidente stradale erano arrivate in ospedale. Una era un uomo ispanico gravemente ferito che il dottore aveva operato e miracolosamente salvato. L’altra era un giovane ragazzo di 18 anni, arrivato in ospedale, sottoposto a rianimazione ma con le funzioni cerebrali già assenti. Il dottore per lui non poteva fare più niente. 3 giorni prima dell’arrivo del biglietto il ragazzo è stato staccato dal respiratore e dichiarato morto. L’SI è il padre che incolpa il dottore di aver lasciato morire il figlio e ora vuole vendetta. Si scopre anche che LC significa living children, figlio vivente, sigla che gli ospedali usano per indicare che quando si mantiene in vita artificialmente qualcuno non c’è consenso a interrompere le cure. Questa nuova informazione fa capire agli agenti che il vero bersaglio dell’ SI non è il figlio del dottore, ma il dottore stesso. Ma è troppo tardi. Questo infatti inconsapevolmente esce di casa e in giardino incontra il killer. Proprio mentre l’SI sta per sparargli,  Reid arriva e gettandolo a terra lo salva ma rimane ferito a un ginocchio.

Questo caso è  chiuso, ma un altro più spaventoso aspetta gli agenti del BAU. Tutti si dirigono al capezzale di Hotch. Cosa voleva il mietitore da lui? Perché lo ha lasciato in vita? Il mietitore prendeva sempre dei trofei alle sue vittime, cosa ha preso a Hotch? La risposta arriva in fretta ed è spaventosa: ha preso una pagina dell’agenda dell’agente, la lettera B, la pagina in cui era segnato l’indirizzo dell’ex moglie e del figlio. L’unica soluzione possibile è nasconderli in un posto sicuro sotto scorta. Ecco la vera vendetta del mietitore: tenere lontano Hotch dal figlio lo ferirà molto più di qualsiasi pugnalata.

Curiosità: In questo episodio si scopre che Hotch ha 43 anni.

La ferita dell’agente Reid è stato un espediente degli autori per giustificare le stampelle che l’attore Matthew Gray Gubler avrebbe dovuto portare anche negli episodi successivi a causa di un intervento che ha dovuto subire al ginocchio dopo un incidente di ballo.

Commenta questo articolo

loading...

Blogger, articolista. Sono un appassionato di televisione in genere con maggiore attenzione alle serie tv soprattutto americane. Scrivo praticamente da sempre prima cominciando con racconti brevi thriller e horror. Oggi scrivere è una passione ma anche un lavoro a tempo pieno. Mi occupo anche di attualità, green e lifestyle. Sono un appassionato di lettura, cinema e adoro in modo sconfinato i gatti.
https://magseriestv.wixsite.com/giuseppeino