Il Segreto, anticipazioni puntate dal 4 al 9 Novembre

Il Segreto, anticipazioni puntate dal 4 al 9 Novembre

Il Segreto, anticipazioni puntate dal 4 al 9 NovembreIn attesa delle puntate in prima serata, Il Segreto sta continuando a mietere continui successi portando a casa veri e propri record di ascolti per la rete che ogni pomeriggio segna un successo contro la rete rivale.

La soap spagnola partita in sordina ha conquistato via via sempre più pubblico fino a diventare la soap di punta della rete e superando, il più delle volte, anche Beautiful e Centovetrine.

Siamo contenti di essere testimoni di questo successo e di esserlo stati sin dall’inizio seguendo la soap in tutto e per tutto e così continueremo a fare anche quando la soap arriverà in prima serata.

In attesa che questo avvenga, eccoci con le anticipazioni della prossima settimana…

Un nuovo tentativo di fuga da parte di Pepa (Megan Montaner) e Tristan (Alex Gadea) è alle porte ma questa volta ci sarà un lieto fine? Sembra proprio di no.

Il bel soldato è pronto a fuggire con la sua levatrice ma fa l’errore più grande di sempre, dirlo alla madre.

Donna Francisca (Maria Bouzas), infatti, decide di intervenire comunicando la notizia ad Alberto che tenta il suicidio…

A questo punto, Pepa, per salvarlo, decide di rimandare la fuga.

Carlos tenta di uccidere la levatrice ma finisce in carcere. Una volta dentro chiede a Tristan di stare attento a Pepa rea, secondo lui, di aver ucciso la sua famiglia causando il terribile incendio.

Eloisa chiede a Juan di ritrarla ma Soledad pensa che sia solo un trucco della madre per separarli. Il giovane accetta e questo lo porterà sempre più lontano dalla moglie e tra le braccia della duchessa!

Sebastian caccia via Virtudes e Gerardo che tentano di rubare dalla cassaforte della conserviera.

Emilia scopre che il padre mente sul ritorno della vista e così decide di non partire più per Madrid almeno fino a che Don Anselmo non interviene e la convince a pensare al suo futuro lasciando suo padre in buone mani…

Bookmark the permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>