Festival di Sanremo, il riassunto della seconda serata del 7 febbraio

Festival di Sanremo seconda serata

La seconda serata del Festival di Sanremo, edizione numero 68, si apre con un numero molto divertente che vede protagonista Claudio BaglioniMichelle Hunziker Pierfrancesco Favino. La showgirl svizzera canta il celebre brano “Il pozzo dei desideri“, tratto dalla colonna sonora di Biancaneve ed è accompagnata al piano dal Direttore Artistico, che sfodera un falsetto niente male.

Questa seconda serata vede anche l’inizio della gara tra le Nuove Proposte. Si esibiscono quattro degli otto giovani cantanti selezionati per il Festival.
Lorenzo Baglioni con Il congiuntivo
Giulia Casieri con Come stai
Mirkoeilcane con Stiamo tutti bene
Alice Caioli con Specchi rotti

Terminate le esibizioni delle Nuove Proposte, Michelle Hunziker e Pierfrancesco Favino leggono la classifica provvisoria della giuria demoscopica che sancisce il seguente ordine: quarta posizione per Mirkoeilcane, terza Giulia Casieri, secondo Lorenzo Baglioni e prima Alice Caioli.

Si apre la gara dei Campioni. Questa sera riascolteremo dieci canzoni delle venti già presentate ieri sera.
Le vibrazioni con Così sbagliato
Nina Zilli con Senza appartenere

È il momento dei primi ospiti della serata, si tratta de Il volo, i tre giovani cantanti, protagonisti e vincitori dell’edizione 2015 del Festival, tornano all’Ariston per un sentito omaggio alla memoria di Sergio Endrigo, sottoforma di duetto con Claudio Baglioni
Il volo canta Nessun dorma
Il volo omaggia Sergio Endrigo con Canzone per te
Guarda l’intervista esclusiva RaiPlay con Il volo

È il turno di un altro Campione in gara
Diodato e Roy Paci con Adesso.

Pippo Baudo seconda serata Sanremo copy

In occasione dei cinquant’anni dalla sua prima conduzione del Festival, torna a Sanremo Pippo Baudo, che viene accolto dagli applausi della sala. Baudo viene intervistato da Claudio Baglioni e, dopo qualche chiacchiera, legge una divertente “lettera a San Remo”.

ClaudioMichelle e Baudo chiamano sul palco Elio e le Storie Tese, in gara nella sezione Campioni
Elio e le Storie Tese con Arrivedorci

È il momento di un altro super-ospite, Biagio Antonacci, cantautore che, giovanissimo, ha mosso i suoi primi passi proprio a Sanremo e che porta sul palco dell’Ariston il suo nuovo singolo e si esibisce in duetto con Claudio Baglioni in uno dei suoi grandi successi, Mille giorni di te e di me
Biagio Antonacci canta Fortuna che ci sei
Biagio Antonacci e Claudio Baglioni cantano Mille giorni di te e di me

È il momento della cultura, di nuovo sul palco Baglioni e Favino con un testo di Garcia Lorca che si trasforma nella super-hit Despacito

La gara dei Campioni riprende con altre due esibizioni
Ornella Vanoni con Bungaro e Pacifico in Imparare ad amarsi
Red Canzian con Ognuno ha il suo racconto

Arriva sul palco uno degli ospiti più attesi della serata, si tratta di Sting. L’artista si presenta sul palco dell’Ariston con Muoio per te, versione italiana di un brano scritto per lui da Zucchero e, successivamente, viene raggiunto da Shaggy che duetta con lui sulle note di Don’t make me wait
Sting canta Muoio per te
Sting e Shaggy cantano Don’t make me wait

Finalmente un momento al pianoforte da solo per Claudio Baglioni che, mentre intona le prime note di Questo piccolo grande amore viene, però, “disturbato” da Franca Leosini, storica conduttrice di Storie maledette che commenta, a modo suo, il testo della celebre canzone
Franca Leosini ospite a Sanremo 2018

Riprende la gara dei Campioni. A salire sul palco sono
Ron con Almeno pensami
Renzo Rubino con Custodire

Torna sul palco Il volo. I tre cantano con Claudio Baglioni La vita è adesso
Il duetto de Il volo con Claudio Baglioni

È il momento delle esibizioni degli ultimi due Campioni
Annalisa con Il mondo prima di te
Decibel con Lettera dal Duca

Dopo un momento di pausa, il Festival riprende con l’esibizione di Roberto Vecchioni, che ha vinto l’edizione 2011 di Sanremo. Il cantautore, introdotto da Michelle Hunziker canta Samarcanda e, chiacchierando con Claudio Baglioni, accenna il ritornello del pezzo che trionfò sul palco dell’Ariston qualche anno fa.

Un tocco di magia al Festival! Arriva sul palco il Mago Forest che diverte il pubblico in sala e a casa con un numero magico in cui invita i conduttori, letteralmente, a trapanargli il cuore.

In conclusione della serata si ripete il rito della classifica. Ci si concentra sui risultati provenienti dalla Giuria Sala Stampa formata dai giornalisti presenti al Festival. Classifica colore blu per Diodato e Roy Paci, Ornella Vanoni con Bungaro e Pacifico, Ron; classifica colore giallo per Le Vibrazioni, Annalisa, i Decibel; classifica colore rosso per Nina Zilli, Elio e le Storie Tese, Red Canzian, Renzo Rubino.