Alisa – Segui il tuo cuore – riassunto puntate 49-50 del 30 Luglio: Il lupo perde il pelo…


Alisa (Theresa Scholze) continua a soffrire per la rottura con Christian (Jan Hartmann)  e quando i due si incontrano in ascensore, la ragazza decide di prendere due giorni di permesso speciale e lascia una richiesta alla reception.

Conny porta la richiesta a suo marito che  coglie l’ occasione e decide subito di fare una lettera di richiamo alla ragazza. Intanto quest’ ultima si prepara per cambiare aria e per fare una gita nel bosco, ma Monalisa (Sara Fonseca) e Jonas (Costantine Brandt) decidono di seguirla, ma i tre si perdono e nella notte vengono assaliti dai cinghiali, ma riescono a trovare riparo in uno chalet.

Ellen (Nadine Warmuth) ricorda che la porta d’ uscita è stata chiusa subito dopo che lei è entrata e quindi pensa che sia colpa di Oskar (Andreas Hofer). La donna incolpa il suo compagno di sotterfugi, di volerla fare fuori sia perchè portava in grambo suo figlio e sia per avere tutti i benefici del suo losco affare con Teeland.

L’ indomani Alisa si sveglia prima degli altri e nota con stupore che la sua migliore amica e suo fratello si coccolano ancora addormentati!

Jonas fa capire a Monalisa che il loro rapporto non è niente di serio, è solo un gioco, ma la donna non sembra essere della stessa idea.

Poi rientra in città e scopre subito della lettera di richiamo e quando vede suo padre scopre anche che se ne occuperà Christian, lei lo chiama ma lui rifiuta la telefonata perchè è in compagnia di Ellen. Più tardi è proprio il ragazzo a chiamare Alisa e ad avvisarla che passerà da casa sua, ma quando arriva trova un’ amara sorpresa, Alisa gli chiede di non avere più aiuti da parte sua, d’ ora in poi saranno solo dipendente e titolare della stessa azienda.

Oskar va da Ellen e le dice che i suoi sospetti non erano fondati, ma lei dice che sà che la colpa è sua e in qualche modo il signor Hundt lo ha aiutato, in cambio del suo silenzio lui deve trovare il modo di allontanare Alisa Lenz da Christian una volta per tutte.