Numb3rs – riassunti episodi 5×010 – Rivalità | 5×11 – Entropia del 20 giugno


5×10 – Frienemies

Un gruppo di vigilanti denominati “Avanguardia” prende 5 ragazzi tra i 16 e 19 anni mentre stanno rapinando la scuola, li lega e li rinchiude in palestra in attesa della polizia. È la quinta volta che succede. Questa volta si lasciano dietro un cellulare, che però risulta clonato.

La sera successiva uno dei vigilanti viene trovato  morto. È un ragazzo di 22 anni, studente del college, che è stato ucciso da dei ragazzini che stavano scaricando degli articoli  di elettronica da un camion rubato. Qualcuno guida i ragazzini nei furti. Ormai è una guerra tra fazioni. I ragazzi arrestati vivono tutti nello stesso quartiere denominato Tunerville. Il nome deriva da un uomo, Vic Tuner, sospettato dalla polizia di vari crimini incluso l’omicidio, ma nessuno è mai riuscito a incastrarlo: testimoni, informatori finiscono tutti sotto terra.

Grazie al cellulare gli agenti scoprono che avanguardia dispone di tecnologie ingegneristiche molto avanzate con le quali probabilmente intercetta le comunicazione dei ladri e scopre in anticipo dove si svolgono le rapine per poter intervenire.

Intanto un altro vigilante viene trovato morto, suicida sospetto in una biblioteca dell’università. I sospetti ricadono tutti su Tuner. Scavando nel suo passato,gli agenti scoprono che aveva frequentato 3 college e che era stato accusato di stupro e omicidio di una studentessa: Loren Sanchez. Lei aveva un ragazzo: Clayton Caswell un tutor dell’università, un programmatore esperto che si scopre essere dietro a tutta la rete di pc di avanguardia. Ma come trovarlo?

Grazie a Charlie (David Krumholtz) e al  suo acerrimo rivale, Marshall Penfield la squadra riesce a escogitare una trappola per metterli uno contro l’altro e farli entrambi uscire allo scoperto. Riescono così a coglierli in fragrante e ad arrestarli.

5×11 Arrow of Time


3 detenuti durante la notte scavalcano il muro della prigione grazie a una corda fatta con filo interdentale ed evadono. Una macchina li sta aspettando per portarli via. Gli evasi sono:  Gray McClaughlin, piccolo spacciatore, Rafe Lansky, sicario per diverse band e Buck Winters, vecchia conoscenza della squadra. In passato infatti, a 17 anni, aveva avuto una relazione con la sua insegnante, aveva ucciso suo padre, era scappato con la sua ragazza rubando e sparando per tutto il paese fino a quando gli agenti non lo avevano catturato, e la ragazza per vendetta aveva rapito Megan (Diane Farr). Durante un inseguimento, lei si  era diretta a tutta velocità verso un posto di blocco con la macchina piena di granate, e Don (Rob Morrow) per fermarla aveva dovuto spararle alla testa.

Intanto l’esame di Charlie sulla corda, mostra che è stata fatta da un vero professionista, ci sono volute più di 100 scatole e parecchi mesi e il modo in cui è stata legata non è da dilettanti. L’unico che avrebbe potuto farla è l’ex compagno di cella di McClaughlin. Pedinandolo la squadra riesce a rintracciare l’evaso  e a catturarlo. Interrogandolo gli agenti scoprono il piano degli altri: uccidere Don, e il motel in cui si trovano. Qui scoprono il cadavere di Rafe ma nessuna traccia di Buck. Intanto Don, che fino a quel momento era rimasto in disparte, telefona a Buck e gli dà appuntamento al tempio. Dopo una lunga chiacchierata, capisce che il ragazzo non è lì per ucciderlo, ma per farsi ammazzare. L’agente però riesce a convincerlo ad arrendersi.