"Julia – La strada per la felicità": riassunto puntate dal 17 al 21 Maggio – Marie caccia la testa fuori dal sacco e tenta di ribellarsi ad Annabelle rivelando tutta la verità a Charlotte…


Prima settimana completa di inediti per la soap novela tedesca Julia – La strada per la felicità . Le puntate andate in onda dal 17 al 21 Maggio hanno dato inizio a quello che sarà il colpo di scena a cui assisteremo nella prossima settimana di programmazione. E sarà un vero e proprio COLPO di scena!

Ora, però, passiamo ad occuparci del riassunto delle puntate 157-160, utile per chi ha perso qualche passaggio della soap o per chi vuol “ripassare” ciò che è accaduto nell’appena scorsa settimana di programmazione di “Julia“. Potete trovare la sintesi dopo il salto

Julia – La strada per la felicità“: riassunto puntate in onda da Lunedì 17 a Venerdì 21 Maggio 2010

“Marie caccia la testa fuori dal sacco e tenta di ribellarsi ad Annabelle rivelando tutta la verità a Charlotte…”

Annabelle (Isa Jank), a malincuore, deve assistere al ritorno alla Villa del tanto odiato cognato Frederik (Holger C. Gotha) il quale, grazie al sostegno di Patrizia (Lucie Muhr), è tornato all’ovile per poter impedire ad Annabelle di continuare a metter su malvagi piani. Tutti sono molto contenti del ritorno di Frederik nella grande casa, eccezion fatta per Annabelle e Daniel (Roman Rossa) che ormai ritiene morto lo zio. Perfino Marie (Sonja Baum) è felice che Frederik abbia deciso di lottare contro i malefici intrighi di Annabelle. La Vermont, infatti, sta prendendo sempre più coscienza di se stessa…

Patrizia ritorna a lavorare in fabbrica come designer anche se esplicita al fratello il motivo della sua rimpatriata in azienda: la ragazza ha deciso di riprendere il lavoro solo per il bene della Falkental Porcellane e non per amore e volere di Daniel

Silke (Angela Sandritter) sembra sul punto di cascare nella trappola che Jörg (Michael Rast) ha teso per ottenere l’affidamento del bambino che sta per nascere. L’uomo, infatti, riempie di regali la donna la quale, però, si mostra tutt’altro che corruttibile ed ingenua. Jörg, infatti, per poter far colpo su Silke, dà alla futura mamma di suo figlio la possibilità di poter intestare l’atto d’affitto della di lui dimora a se stessa. La donna non si lascia sfuggire l’occasione per avere una rivincita sul perfido “essere” e, grazie ad un pò di furbizia, di coraggio e all’aiuto del propietario dell’appartamento di Jörg, riesce a portar via la casa all’uomo…

Julia (Susanne Gärtner), colpita dall’atteggiamento di Frederik, il quale ha deciso di lottare per riappacificare la famiglia Gravenberg piuttosto che arrendersi, decide che è arrivato anche per lei il momento di affrontare la realtà. La ragazza, infatti, ha da sempre un peso che porta dietro di sè in ogni momento. Il non-essere a conoscenza dell’identità del padre è davvero un reale trauma per Julia. La fanciulla, dunque, prende coraggio e chiede a Tobias (Ralph Schicha), suo probabile padre, di effettuare il test del dna…

Marie è sempre più ribelle e nemmeno Annabelle riesce a domarla. La ragazza ha intenzione di rivelare tutta la verità a Daniel. Annabelle non perde occasione per far notare a Marie che qualunque cosa faccia o dica non sarebbe creduta da nessuno. Marie, infatti, ha sofferto in passato di problemi psichici e tutti crederebbero ad Annabelle piuttosto che a lei. Ora che Marie non è con Annabelle, è contro la donna che l’ha trattata sempre come se fosse un burattino…

Dopo poco tempo dall’invio dei campioni di sangue, Julia e Tobias ricevono tramite posta la busta contenente i risultati del test del dna effettuato. Julia è sicura di voler conoscere la verità anche se sa che sarebbe un colpo venire a conoscenza di non essere figlia di Tobias. Quest’ultimo, però, alla fine decide di strappare la busta con l’esito e dà ufficialmente il benvenuto a Julia nella famiglia Becker anche se non ha la certezza scientifica che la ragazza sia frutto del suo albero. Tobias getta i brandelli della lettera nel cestino della spazzatura. Niko (Christoph Kornschober), in disaccordo con la decisione presa dal padre e voglioso di conoscere la vera identità di Julia, invece di gettare l’immondizia, ricostruisce nel suo garage il “puzzle” fatto di pezzi di carta e scopre la verità (che, per il momento, tiene dentro di sè)…

Jörg, rimasto, ormai, senza tetto, decide di lasciare, dopo i primi tentennamenti, il suo appartamento nelle mani di Silke che diventa così unica proprietaria dell’immobile. La mossa dell’uomo, che disdice il suo contratto favorendo l’insediamento della donna, è frutto sempre della sua malvagità. Con il grande regalo che ha fatto a Silke e con la scusa che la donna gli ha strappato l’appartamento, avrà, infatti, delle buone motivazioni in tribunale per ottenere l’affidamento del figlio. Silke, venendo a conoscenza dallo stesso Jörg dell’errore commesso, ne parla subito con Andreas (Anton Nouri) e Birgit (Michèle Marian). La donna, poi, invita Andreas nel suo nuovo appartamento in modo tale da potergli offrire una cena. Durante il pasto, Silke chiede ad Andreas di sposarla: il matrimonio, infatti, potrebbe essere la soluzione a tutti i problemi causati da JörgAndreas rimane allibito per la proposta fattagli da Silke

Julia decide di lasciare la casa in cui ha vissuto fino a quel momento per trasferirsi nella Villa insieme a Frederik. Patrizia è molto contenta di trovare un’amica, nonchè ex-collega, nella sua abitazione. Della stessa opinione è Marie che accoglie Julia calorosamente regalandole una composizione floreale…

Lilly (Kaya Marie Möller) è felice che Julia sia andata via dalla casetta. Quella dimora, infatti, potrebbe diventare l’abitazione in cui convivere con Tim (Leander Modherson). La ragazza parla della dipartita di Julia a Kolja (Nicolas Artajo) il quale non perde tempo per chiedere a Tobias di affittare la casa a sua madre Birgit. Tobias accetta e Birgit va a visitare la sua nuova abitazione. Lilly, imbronciata, vede sfumare il suo piano iniziale…

Marie dice a Daniel di amarlo. La donna, però, vuole sentirsi sicura di esser ricambiata con lo stesso sentimento. Ella chiede al suo ex-futuro sposo per quale motivo sia tornato insieme a lei ed abbia lasciato Julia: per il bambino o per amore? Daniel si mostra titubante anche se ammette di amare molto Marie. Quest’ultima, stanca di mentire, decide di farla finita con la vita: ha, infatti, intenzione di ingerire molte pasticche di psicofarmaci. All’ultimo momento, Marie ha un ripensamento e, piuttosto che suicidarsi, preferisce andare da sua sorella Charlotte (Lina Rabea Mohr) alla quale confida di aver messo in scena la gravidanza…