The Walking dead: un successo…pandemico! Recensione


Negli anni, il cinema ha visto una moltitudine di film sugli zombie, abbiamo visto zombie che corrono, zombie che deambulano lentamente nella notte, zombie senzienti, insomma una vera orda di non morti.

Una volta lasciate le sale, era facile tornare a casa sapendo che i buoni erano in salvo, i cattivi morti e gli zombie, ormai innocui, li al loro posto (nel caso di un lieto fine ovviamente), ma se il destino dei nostri eroi fosse un continuo punto interrogativo, se lo spettatore non venisse a conoscenza dell’eventuale destino dei personaggi, ovviamente sarebbe spinto da una curiosità crescente, ebbene è anche su questo che si basa la fortunata serie The walking dead.

[adsense]

Tratta dalla serie a fumetti di Robert Kirkman, questa telefilm tratta l’orrore ed il dramma come nessuna altra serie, nelle sole sei puntate della prima stagione risulta difficilissimo non affezionarsi ai personaggi. In un mondo post-apocalittico, ormai dominato dagli zombie, un gruppo di persone cerca disperatamente di sopravvivere in un mondo trasformatosi in un enorme campo di battaglia.

La sola presenza degli zombie non basta a complicare la vita ai sopravvissuti, possiamo notare ogni sorta di problematica della vita di tutti i giorni, dai maltrattamenti in famiglia al tradimento, ogni personaggio ha un carattere distinto che subirà un evoluzione che solo una situazione ai limiti dell’umano può causare.

Chi pensa alla solita serie horror basata sullo splatter e la paura rimarrà piacevolmente sorpreso, ovviamente le scene forti non mancheranno, ma saranno le scene drammatiche a lasciare il segno, il tema della perdita è il vero protagonista della serie, la consapevolezza di aver perso la vita di un tempo, la casa, ma soprattutto le persone amate segneranno profondamente i protagonisti e lo spettatore.

Il taglio cinematografico che caratterizza l’intera serie attrae lo spettatore così come la luce attrae la falena. Incapace di annoiare, The walking dead, è una serie con tutte le carte in regola per diventare un cult del genere.