"Julia – La strada per la felicità": riassunto puntate dal 3 al 7 Maggio – Daniel dice addio al suo bambino mai esistito, Niko e Patrizia si riavvicinano, Marie è sull'orlo della confessione


Clicca qui

Un’altra settimana di programmazione per la soap novela “Julia – La strada per la felicità è già trascorsa. Tante sono state le emozioni provate, molti gli eventi inaspettati.

Per chi avesse perso qualche passaggio delle ultime cinque puntate trasmesse da RaiTre, di seguito potete leggere il riassunto che raccoglie in maniera sintetica i punti salienti degli episodi 147 – 151, ovvero quelli andati in onda da Lunedì 3 a Venerdì 7 Maggio.

Colgo l’occasione, prima di lasciarvi alla lettura della sintesi, per ricordarvi che da Giovedì prossimo, 13 Maggio 2010, Rai3 trasmetterà le nuove puntate di “Julia”, le inedite, quelle in prima tv assoluta. Inoltre, domani, sempre su questo sito, sarà disponibile il post con le anticipazioni della prossima settimana. Non perdete gli appuntamenti con Julia – La strada per la felicità“!


JULIA – LA STRADA PER LA FELICITÀ : riassunto puntate andate in onda dal 3 al 7 Maggio alle 13.10 su Rai3

“Daniel dice addio al suo bambino mai esistito, Niko e Patrizia si riavvicinano, Marie è sull’orlo della confessione”

Frederik (Holger C. Gotha), accusato da Annabelle (Isa Jank), decide di abbandonare l’ospedale insieme a Julia (Susanne Gärtner), la quale cerca ,ancora una volta, di consolare il suo uomo facendogli capire che non ha nessuna colpa nella vicenda dell’aborto… Intanto Daniel (Roman Rossa) viene a conoscenza che potrebbe essere stato suo zio Frederik a causare l’aborto di Marie (Sonja Baum) … Il giorno seguente, il dottor Lonneman (Jürgen F. Schmid) invoglia la signorina Vermont ad abbandonare la struttura ospedaliera. In fondo, la ragazza non ha nulla di grave e la sua permanenza in ospedale è servita solo a rendere il più credibile possibile l’aborto. Marie accetta la proposta del medico e ritorna alla Villa dove i familiari, molto sorpresi per la rapida dimissione, le sono tutti molto vicini…

Daniel è deciso a vendicarsi con Frederik ed è pronto a sporgere denuncia contro lo zio per l’accaduto. Annabelle e Marie, sapendo che le indagini potrebbero rivelare il loro segreto, decidono di distogliere il ragazzo da questa “folle” idea…

Charlotte (Lina Rabea Mohr) viene a conoscenza della perdita del nipotino tramite un sms. La ragazza repentinamente si reca alla Villa. Durante un dialogo di conforto con la sorella Marie, la giovane esprime il suo parere riguardo alla vicenda, trovandosi d’accordo con Daniel nel voler denunciare Frederik

Julia cerca di far ragionare Daniel, ma il ragazzo abbandona la sua decisione della denuncia solo nel momento in cui Marie lo implora e lo convince… Intanto, però, il giovane Gravenberg caccia via dalla famiglia, dalla casa e dall’azienda suo zio…

Kolja (Nicolas Artajo) va in azienda per cercare di convincere la madre Birgit (Michèle Marian) a far ritorno nel suo appartamento. La madre accetta, anche grazie allo sprono di Tim (Leander Modherson) il quale per lasciare spazio alla mamma del suo amico si reca a vivere a casa di Lilly (Kaya Marie Möller). La convivenza tra Tim ed il padre di Lilly, Tobias (Ralph Schicha), non è delle migliori. Kolja, ascoltando un discorso dell’amico, comprende che il giovane non si trova bene a casa Becker ed incita la madre a cercare un altro appartamento…

Eva (Karin Ugowski) rivela ad un incredulo Niko (Cristoph Kornschober) che l’idea del garage per l’officina è stata di Patrizia (Lucie Muhr). Tra i due ragazzi c’è un riavvicinamento, anche se  ogni dialogo o contatto si rivela uno scontro…

Patrizia, intanto, ha preso in mano le redini dell’azienda per  un giorno solo. Questo per permettere al fratello Daniel del riprendersi dal trauma familiare . La ragazza viene a sapere, durante la sua breve dirigenza, da Silke (Angela Sandritter), Andreas (Anton Nouri) e Birgit (testimone oculare) che Jörg (Michael Rast) si è intrufolato di notte in azienda. La giovane Gravenberg comprende subito che l’uomo era lì nella fabbrica per cercare le prove che le servivano per incastrare la madre Annabelle. Dunque, non prende provvedimenti contro il malefico uomo calvo…

Quest’ultimo, intanto, cerca di riavvicinarsi a Silke o, meglio, vuole ristabilire un pacifico contatto con la donna per evitare che Andreas le stia vicino. Jörg, infatti, non può accettare che un omosessuale si prenda cura del suo bambino. Il “calvo” vuole saperne di più riguardo la gravidanza di Silke e, dato che sia la donna che il dottor Lonneman non si sbilanciano nel rivelargli lo stato della donna, decide di fare da sè. Di notte, allora, entra di nascosto nella sala medica del dottore. Nell’archivio del medico, l’uomo scopre, per caso, che la cartella clinica di Marie Vermont è vuota. Mentre sta dando un’occhiata alle carte relative a Silke, il dottor Lonneman ritorna nell’ufficio, ma Jörg non viene visto e riesce ad evitare il peggio. Jörg, prima di sgattaiolare fuori dall’ufficio, dà un’occhiata alla cartella clinica di Silke e scopre che la donna sta aspettando un maschietto. L’uomo vorrebbe avere l’affidamento del piccolo, ma gli avvocati gli dicono che è praticamente impossibile ottenerlo (dato che in passato egli ha aggredito la donna). Silke, nel frattempo, riceve un peluche molto costoso da un mittente anonimo. La donna pensa possa trattarsi di Andreas

Daniel dice “addio” al piccolo con un rito tipico dei marinai dell’est. Marie non partecipa alla particolare funzione. Il ragazzo, poi, ritorna alla direzione della Falkental Porcellane. Chiede alla madre Annabelle dei consigli per poter far riprendere l’azienda. La donna dice al figlio che la fabbrica ha bisogno di un pò più di stabilità e, dunque, gli propone di sposare Marie. Daniel va da Lanzino e fa la proposta a Marie che, prima di dargli risposta, dice al ragazzo di dovergli confessare qualcosa di molto importante…