"Julia – La strada per la felicità": riassunto puntate andate in onda dal 26 al 30 Aprile – Marie cade per le scale e, a spese di Frederik, mette fine alla sua falsa gravidanza


Su RaiTre continua la messa in onda delle puntate in replica di “Julia – La strada per la felicità“. Tra qualche giorno, precisamente dal 13 Maggio, come anticipato da noi di Mag-Series, dovrebbero arrivare gli episodi inediti della soap novela tedesca che sta appassionando sempre più il pubblico Italiano, compreso quello giovane dei teen-agers. Le suddette nuove puntate di “Julia” porteranno alla conclusione della prima stagione (con gli attuali protagonisti Julia e Daniel) ed apriranno le porte alla seconda serie con altri due personaggi principali: Nina e Ben. Di questo, però, torneremo a parlare in seguito quando comincerà il nuovo ciclo de “La strada per la felicità“.

La settimana appena trascorsa di “Julia” è stata caratterizzata da una serie di eventi contraddittori, ovvero vicende favorevoli per alcuni personaggi, sfavorevoli per altri (ad esempio, la storia di Marie, quella di Birgit, …) .

Andiamo ora a vedere cosa è accaduto nelle puntate 142 – 146 della soap attraverso il riassunto.

“Julia – La strada per la felicità”: riassunto delle puntate andate in onda dal 26 al 30 Aprile 2010, alle ore 13.10 su RaiTre

“Marie cade per le scale e, a spese di Frederik, mette fine alla sua falsa gravidanza”

Daniel (Roman Rossa) invita Frederik (Holger C. Gotha) a lasciare Falkental: il ragazzo è disposto ad acquistare il 25% delle azioni dell’azienda posseduto dallo zio pur di liquidarlo una volta per tutte… Il ricavo in denaro potrebbe essere utile a Frederik per trasferirsi di nuovo in Sud Africa e ricominciare lì una nuova vita…

Intanto Patrizia (Lucie Muhr) incarica Jörg (Michael Rast) di trovare delle prove che testimonino la colpevolezza di Annabelle (Isa Jank) nella vicenda dei colori tossici. L’uomo chiede alla ragazza di aiutarlo nella missione, ma lei rifiuta l’invito. Jörg, dunque, deve cavarsela da solo. Con un piccolo statagemma riesce a sottrarre il cellulare ad Annabelle per controllare i tabulati telefonici. Il perfido uomo scopre che l’intrigante donna ha più volte contattato il dottor Lonneman (Jürgen F. Schmid), ma non riesce a trovare chiamate indirizzate alla ditta Latrescou. Jörg, allora, escogita un altro piano e di notte s’intrufola nell’azienda (grazie alle chiavi fornitegli da Patrizia) per controllare sul computer della reception le chiamate uscenti…

Birgit (Michèle Marian) assiste all’arrivo notturno di Jörg nella fabbrica. La donna, infatti, per lasciare libera la casa di suo figlio Kolja (Nicolas Artajo) e dei suoi amici, ha cercato e trovato un’altra casa che, però, non è come se l’aspettava. Birgit, dunque, ha deciso di dormire in fabbrica per qualche notte per evitare di tornare a dar fastidio a casa di Kolja

Jörg riesce a trovare quello che cercava: Annabelle ha più volte contattato l’azienda Latrescou. Patrizia, carte alla mano, si reca dal fratello Daniel per fargli aprire gli occhi riguardo la madre. Il ragazzo capisce di aver sbagliato nell’aver cacciato dall’azienda e “minacciato” suo zio Frederik, ma, allo stesso tempo, non riesce a credere che Annabelle possa aver architettato tutto…

Frederik chiede scusa a Daniel per il  comportamento che ha avuto nei confronti di Annabelle (l’ha quasi strangolata!). Il giovane Gravenberg, alla richiesta di suo zio di far ritorno in azienda, acconsente al suo reintegro in fabbrica, ma non come capo…

Patrizia, intanto, con l’aiuto di Julia (Susanne Gärtner), comincia a lavorare, grazie anche all’arrivo dei nuovi colori, alla produzione dei prototipi per la Linea Classica

Eva (Karin Ugowski), su consiglio di Patrizia, decide di permettere a Niko (Cristoph Kornschober) di utilizzare il suo garage (lasciatole in eredità da Werner) per mettere su la tanto agognata officina. Niko è molto felice per la decisione che ha preso Eva. Il ragazzo, infatti, non viene a sapere dalla domestica che l’idea è stata di Patrizia. Tra Niko e Patrizia sta ritornando quella vecchia fiamma (che si era spenta) anche se entrambi negano l’evidenza…

Il dr. Lonneman vuole chiudere definitivamente la questione “Vermont” e mettere fine a quella farsa messa su da Annabelle. L’uomo, però, costretto dalla perfida Gravenberg, deve ultimare il suo compito. Egli ha infatti l’incarico di simulare l’aborto di Marie

Julia e Frederik si trovano a Villa Gravenberg. I due parlano del più e del meno, della gravidanza di Marie, degli intrighi di Annabelle. Durante il discorso, a Julia viene l’idea di parlare a Marie per chiedere spiegazioni ed avere delle prove per incastrare Annabelle. La ragazza, dunque, si reca verso la stanza di Marie. La porta è socchiusa e dall’esterno, quindi, Julia può ascoltare un acceso diverbio tra Annabelle e la Vermont. Le due donne parlano di un segreto che ha a che fare con la morte di Werner. Julia riferisce immediatamente  ciò a Frederik il quale stabilisce che è arrivato il momento di scoprire la verità e per farlo deve parlare con Marie (ovviamente quando quest’ultima è da sola) …

Charlotte (Lina Rabea Mohr) sta per concludere il suo stage nella fabbrica di porcellane. Una volta terminato, la ragazza, per volere di sua sorella Marie, dovrebbe ritornare in Svizzera per continuare a studiare e prendere la maturità. Solo dopo aver sostenuto l’esame di Stato, infatti, la ragazza avrà diritto di una parte dell’eredità dei Vermont. L’amore e l’affetto che Kolja le dimostra, però, fanno sì che Charlie cambi idea e decida di rimanere a Falkental: la ragazza ha intenzione di impiegarsi in piccoli lavori come, ad esempio, la dj oppure la baby-sitter per il suo futuro nipotino…

Frederik, il giorno seguente alla chiacchierata alla Villa con Julia, torna un pò prima dal lavoro per parlare con Marie. Quest’ultima è in camera da sola. Annabelle, infatti, è al pian terreno e sta contattando il dottor Lonneman per chiudere la questione della gravidanza. Marie è sorpresa nel vedere Frederik. L’uomo le comincia a fare domande relative al segreto che la ragazza sta condividendo con Annabelle. Marie cerca di non rispondere alle richieste di Frederik e prova a fuggire dalle “grinfie dell’uomo”. Frederik la trattiene, ma, poi, accidentalmente, sul pianerottolo, le lascia il braccio, facendola cadere per le scale…

Frederik è preso dai sensi di colpa per via della caduta di Marie. Annabelle approfitta della situazione che si è creata per far ricadere la colpa dell’aborto di Marie su Frederik. La perfida donna, infatti, costringe il dr. Lonneman a portare l’illesa Marie all’ospedale in modo da rendere più credibile il tutto…

Andreas (Anton Nouri) trova dietro al bancone del catering un sacco a pelo: è quello utilizzato da Birgit, ma che, però, appartiene a Tim (Leander Modherson). Appena può, Andreas rimprovera Tim: l’azienda, infatti, non è un albergo! Tim capisce che è stata Birgit a dormire lì, ma si prende lui tutte le responsabilità dell’accaduto. Birgit chiede a Tim di non rivelare tutto a Kolja. Il ragazzo in un primo momento tiene tutto dentro, ma alla fine dice all’amico che sua madre non ha trovato una sistemazione, ma sta utilizzando l’azienda come camera da letto (e posto in cui vivere) …

Julia è in azienda. Viene raggiunta telefonicamente da Frederik il quale la informa dell’incidente accaduto a Marie. La ragazza informa Daniel il quale accorre all’ospedale…

Marie è in ospedale. Sta bene e non capisce il motivo per cui Annabelle abbia deciso di condurla nella struttura ospedaliera. Annabelle le spiega il perchè. Marie chiede alla donna di non dare la colpa a Frederik: lui, in fondo, non ha niente a che fare con ciò che è successo e non può avere sensi di colpa per la perdita fasulla del suo immaginario bambino …

Julia e Frederik giungono al nosocomio nel reparto “ginecologia”. E’ lì che incontrano Annabelle e Daniel ed apprendono che Marie ha perso il bambino. La perfida Gravenberg, proprio in quel momento rimprovera Frederik, incolpandolo della caduta di Marie. Daniel non può credere alle sue orecchie…