Massimo Giletti riparte da La7 l'8 novembre: ecco come si chiamerà il programma

massimo-giletti-la7-minoli

L’ex conduttore di Rai Uno pronto a ricominciare con la sua nuova avventura.

massimo-giletti-la7-minoli
Massimo Giletti

Chissà cosa starà pensando Massimo Giletti del prevedibile flop di Domenica In con le sorelle Parodi che andavano a sostituire la sua Arena di grande successo nella domenica pomeriggio di Rai Uno, sotto sotto starà gongolando ma intanto è quasi pronto a ricominciare da La7 con il nuovo programma che a occhio e croce non dovrebbe essere tanto diverso da L’Arena, intanto si chiamerà, secondo indiscrezioni lanciate da Tvblog, Buoni o cattivi, rifacendosi al jingle che era anche la sigla de L’Arena che era di Vasco Rossi.




Giletti ha davanti a se una doppia sfida: quella di condurre un programma tutto suo in prima serata, come da lui sognato da tempo anche in Rai, eccezion fatta per i vari speciali da lui realizzati e che pure ebbero un certo successo, inoltre partire da un canale molto particolare come La7 e molto diverso dalla concorrenza, su cui di certo non potrà mai raccogliere ascolti stellari ma la sfida rimane stimolante anche per questo.

Sul suo debutto nella rete di Urbano Cairo e diretta attualmente da Andrea Salerno si è espresso anche il suo “papà televisivo” ovvero Giovanni Minoli:

L’ho convinto io a venire a La7. La Rai voleva dimezzarlo. Voleva usarlo solo come nuovo Pippo Baudo ma lui, legittimamente, aveva anche ambizioni giornalistiche. Io sono stato un po’ il padre di Giletti, l’ho fatto crescere e devo dire che nell’ultima fase era diventato un po’ troppo il tribuno che arringa le folle. L’errore è stato quello dei dirigenti Rai. Avrebbero dovuto chiamare Giletti e dirgli: ‘Senti Massimo, stai esagerando’. Si chiama correzione. Il problema è avere un dirigente in grado di capire e fare questo discorso.

Noi attendiamo con molta curiosità questo debutto e certamente molti altri telespettatori che magari lo seguivano in Rai.